Terracina. Ritrovato il corpo del pilota Gabriele Orlandi

Un grave lutto colpisce l’Aeronautica militare italiana. E’ morto il pilota dell’aereo caduto in mare nel corso di una manifestazione di air show a Terracina. E’ stato trovato il corpo del capitano Gabriele Orlandi. Lo ha comunicato l’Aeronautica militare. Aveva 36 anni ed era di Cesena. LEGGI ANCHE chi era il capitano: Morto il capitano Gabriele Orlandi: pilota esperto, aveva due lauree e anche Cesena. Gabriele Orlandi aveva volato nella basi dell’Us Air Force.

“Ancora sconosciute – informa l’Aeronautica militare – le cause dell’incidente. Le operazioni di soccorso sono iniziate immediatamente dopo l’impatto grazie ai mezzi di soccorso presenti sul posto. L’Aeronautica militare ha attivato le procedure per accertare le cause dell’incidente. Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti e il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano si uniscono al capo di Stato maggiore dell’Aeronautica militare, generale di squadra aerea Enzo Vecciarelli nell’esprimere “vicinanza e cordoglio alla famiglia ed alle persone più care e vicine al giovane pilota”. IL COMMIATO DEI COMMILITONI Leggi qui Terracina. “Cieli blu” per il capitano Gabriele Orlandi . Aperta un’inchiesta sulla morte. Clicca e leggi qui Era uno dei piloti più bravi: la morte di Gabriele Orlandi è un giallo. E’ il momento del dolore per l’Arma azzurra. Per Gambettola. Per Cesena. Per Terracina. Per tutta l’Italia. Migliaia di persone hanno espresso il loro dolore per la tragica morte di Gabriele Orlandi. Leggi qui di più Con lo stesso Eurofighter il capitano Orlandi aveva fatto altri voli di presentazione. AGGIORNAMENTO: Funerali di Stato giovedì 28 settembre. Leggi qui Domani il Funerale di Stato del capitano Orlandi, lutto cittadino a Terracina.

Gabriele Orlandi

Gabriele Orlandi

9 su 10 da parte di 34 recensori Terracina. Ritrovato il corpo del pilota Gabriele Orlandi Terracina. Ritrovato il corpo del pilota Gabriele Orlandi ultima modifica: 2017-09-24T19:03:00+00:00 da Redazione
Condividi su:Share on Facebook1.2kShare on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn1Email this to someone

Lascia un commento