Perché gli omega 3 fanno bene?

123

Avere un’alimentazione sana e completa è fondamentale per potersi sentire al meglio: proprio per questo abbiamo deciso di rivelarti il motivo per cui è importante non far mancare mai gli omega 3 nella dieta.

Perché è importante introdurre gli omega 3 nell’organismo

Il nostro corpo necessita di ricevere tanti elementi nutritivi per poter star bene: pensa che ve ne sono addirittura alcuni che non siamo in grado di generare da soli e abbiamo bisogno di riceverli proprio attraverso l’alimentazione. È il caso degli omega 3: i benefici degli omega 3 per il corpo sono tanti, infatti, ed oggi ti sveleremo perché è fondamentale aggiungere nella propria dieta questi acidi grassi essenziali. Questi importanti elementi sono utili per prevenire numerosi disturbi come le malattie cardiovascolari e infiammatorie. Pensate, inoltre, che sono perfetti anche per diminuire i trigliceridi e il colesterolo. Gli stessi, infatti, agiscono positivamente sui lipidi. Inoltre, non dimenticare pure che gli omega 3 fanno bene al cervello e alle ossa. Possono pure aiutare a ridurre il rischio di patologie connesse al cuore, ma anche a riequilibrare le funzioni fisiologiche.

Gli alimenti dove si trovano gli omega 3

Dopo averti informato circa l’importanza di introdurre nel proprio organismo gli acidi grassi essenziali, è arrivato il momento di scoprire dove è possibile trovare questi elementi così importanti. Un’alimentazione sana, difatti, non potrà mai fare a meno degli omega 3 e tu stesso potrai impostare il tuo regime alimentare in maniera tale da non far mancare magli questi acidi grassi essenziali. Ad esempio, potrai trovare tanti omega 3 nell’olio di oliva e di lino che potrai utilizzare a crudo per condire le tue insalate. Gli stessi, inoltre, sono presenti anche nel pesce come il salmone, il merluzzo, il tonno, lo sgombro e le acciughe. Passando alla frutta e alla verdura, poi, possiamo citare quella secca con le noci, ma ananche l’avocado e gli spinaci. Non dovrai poi dimenticare di aggiungere almeno 2-3 volte alla settimana le uova, alimento anch’esso ricco di omega 3 che potrà aiutarti in tante funzioni dell’organismo. Se sei vegano, poi, potrai scegliere di integrare questi elementi nutritivi anche sfruttando diversi semi da aggiungere alle tue preparazioni: parliamo, ad esempio, dei semi di canapa, di chia e di lino che potrai affiancare a delle verdure a foglia verde come la rucola. Anche i germogli di soia sono ideali per organizzare al meglio la tua dieta all’insegna della corretta integrazione di omega 3, così come la zucca, la barbabietola e le patate. Un classico che non manca mai nel piatto dei vegani è il tofu: ti informiamo che anche questo alimento contiene gli acidi grassi essenziali e che potrai farne il pieno ogni volta che ne vorrai. Ora che hai una panoramica chiara di dove è possibile trovare questa sostanza, potrai gestire al meglio la tua dieta! E se non fossi comunque in grado di raggiungere la quota giornaliera minima? Esiste un modo per poterla raggiungere!

Come integrare gli omega 3 se sono pochi?

Nel caso in cui non fossi in grado di avere una dieta sana ed equilibrata dal punto di vista dell’apporto di omega 3, potrai scegliere di aggiungere di fianco ai tuoi piatti degli integratori. In commercio ne esistono di diversi tipi, da quelli provenienti da fonte animale fino a quelli realizzati grazie all’uso di una fonte vegetale.Nel primo caso, si tratta generalmente di capsule che sonoottenuto con l’olio di pesce; nel secondo caso, invece, potrai trovare prodotti realizzati con oli ottenuti direttamente dalle piante. Un esempio comune è quello delle capsule ottenute con l’olio di rosa mosqueta, una pianta assai ricca di proprietà che potrà aiutarti a star meglio qualora non integrassi il numero giusto di acidi grassi essenziali.Non ti resta che scegliere la soluzione migliore per poter stare bene!