Torino. Bonus pendolari e nuovi servizi per chi viaggia in treno

166

Sono diversi, per un importo complessivo di un milione e mezzo di euro, i provvedimenti decisi dalla Giunta regionale a favore di coloro che usano Trenitalia per gli spostamenti quotidiani. Queste le diposizioni contenute nella delibera approvata su iniziativa dell’assessore ai Trasporti, Marco Gabusi: – finanziamento con 500.000 euro per il 2020 della Carta Tutto Treno, che consente ai residenti in Piemonte di viaggiare in seconda classe, su una relazione coincidente o compresa in quella dell’abbonamento, sui treni Frecciabianca (inclusi treni Italia-Svizzera in tratta interna), Intercity e Intercity notte senza dover pagare alcuna differenza di prezzo; – destinazione delle risorse per il ‘Bonus Pendolari 2018’: da fine febbraio 2020 saranno a disposizione 700.000 euro a copertura degli sconti applicati sulla vendita di abbonamenti mensili e plurimensili differenziati a seconda della tariffa di partenza ( 3% per gli abbonamenti Formula sia mensili sia annuali con zona Pin; 5% per gli abbonamenti Formula sia mensili sia annuali con zona e tratte, Regionali Trenitalia Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria e Lombardia, 10% per i mensili Piemonte Integrato e Regionali Trenitalia Piemonte, Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia e Regionale Piemonte con applicazione Sovraregionale Trenitalia); – bonus una tantum per gli anni 2018 e 2019 per i pendolari del Chierese che utilizzano la linea SFM1, a titolo di rimborso per i disagi subiti in questi anni: i residenti e i lavoratori che utilizzano la tratta Torino-Chieri possono infatti chiedere un rimborso di un mese di abbonamento (circa 58 euro di media) da fine dicembre 2019 a fine febbraio 2020 esclusivamente alla stazione Torino Lingotto, mentre gli utenti della tratta Torino-Rivarolo continuano ad ottenere il bonus finché sono presenti i disservizi (una media di 5 euro al mese per gli abbonamenti mensili e lo sconto di 30 euro per il rinnovo degli annuali). Prevista anche l’attivazione con 575.000 euro del nuovo progetto ‘Treni mare anno 2020’, per rinforzare il servizio per Savona e Liguria di Ponente Ligure nei fine settimana estivi (introdotta la prenotazione obbligatoria sui treni storicamente molto affollati); “Stiamo realizzando un percorso molto articolato – afferma l’assessore Gabusi – che intende migliorare sia l’offerta che il servizio ferroviario di tutto il Piemonte. Si incardina in questo percorso l’individuazione di misure economiche a favore dei pendolari abbonati al servizio regionale e un piano di nuovi servizi rispetto agli anni passati. Abbiamo infatti impegnato le risorse nel bilancio regionale del 2020 non solo per confermare la Carta Tutto Treno e il Bonus Pendolari, ma anche per mitigare determinati disservizi e aggiungere servizi per la stagione estiva. Un tassello importante per far sentire il nostro impegno nei confronti degli utenti”.