Riecco la Castelli. Dopo la “lezione” sullo spread insiste per tartassare il settore auto

I grillini sembrano intenzionati a fare di tutto per mandare l’economia italiana a rotoli. L’ecotassa in arrivo rappresenta un colpo mortale alle future vendite di auto in Italia. Non tutti possono permettersi di acquistare un’auto meno inquinate. Ma il grillino insiste anche se palesemente in errore. Del resto il Ministro della disoccupazione Luigi Di Maio fa scuola.

Ad insistere sull’ecotassa è la signora dello spread. Parlando in commissione Bilancio della tassa sulle auto inquinanti, il sottosegretario all’Economia, Laura Castelli, insiste. “La volontà è quella di tenerla. Sta nel contratto di governo”.

La Castelli ha poi aggiunto che “le persone meno abbienti non sono colpite” e che “la norma non è stata letta in maniera approfondita”. Per il sottosegretario la tassa grillina “non colpisce né chi ha ha un’auto vecchia né chi acquista un’utilitaria sotto una certa cilindrata”.

Lascia un commento