Pier Carlo Padoan prova a spiegare un po’ di economia a Laura Castelli

E’ questa la classe dirigente grillina? Toninelli? Castelli? Di Maio? Sulle promesse elettorali e le misure irrealizzabili si può aprire un dibattito ma sui fondamentali dell’economia è davvero difficile girarci intorno! “Lo spread farà aumentare i mutui”, “Se lo dice lei…” afferma a Porta a Porta Laura Castelli replicando a Pier Carlo Padoan.

Laura Castelli sarebbe il nostro sottosegretario all’Economia. Per l’esattezza è il sottosegretario ma qualche dubbio sorge spontaneo. Padoan era in imbarazzo a parlare con la Castelli. Milioni di italiani che ogni giorno fanno i conti da anni con lo spread erano imbarazzati dalle affermazioni della grillina. L’ex ministro delle Finanze invano ha spiegato in modo elementare come il differenziale tra Btp e Bund tedeschi prima delle elezioni era “attorno ai 120 punti base”, mentre ora è sopra i 300 punti base. “Il che significa che sono miliardi in più da usare per il servizio del debito, ci sono conseguenze sui depositi delle banche, ci sono conseguenze sui finanziamenti a famiglie e imprese”. “Questo prima non c’era”.

“Che i tassi dei mutui dei cittadini dipendano dallo spread lo sa anche lei che è falso” ha affermato la grillina. “Non lo dica perché non è vero. E sta raccontando questa cosa”. Padoan ha provato a farsi comprendere dalla Castelli, ma invano. “Allora le spiego una cosa che forse non è chiara. Se aumenta lo spread diminuisce il valore capitale delle banche. E quindi le banche si devono rifare alzando i tassi dei mutui”. La Castelli almeno potrebbe imparare dal suo ministro Giovanni Tria che nei giorni scorsi ha dato ragione al suo predecessore dicendosi preoccupato per il perdurare dello spread alto. Peccato che Tria sia una voce fuori coro nel non governo grillino. L’auspicio è che Matteo Salvini stacchi la spina e si formi qualsiasi altra maggioranza per il bene dell’Italia.

Lascia un commento