A Cuneo la sesta tappa del Road Show Città Medie Anci

Le filiere produttive di eccellenza nel settore dell’enogastronomia sono un asset strategico per lo sviluppo del turismo e la valorizzazione di quei territori che necessitano anche di contrastare lo spopolamento delle zone periferiche. Sarà questo il tema al centro del convegno ‘Cuneo e le città dell’Enogastronomia’, sesta tappa del Road Show Città Medie, organizzato dall’Anci con la collaborazione di ANCI Piemonte e il patrocinio della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (Crui).

L’appuntamento piemontese, che si svolgerà il 15 e 16 novembre a Cuneo, presso il Salone d’Onore del Comune, arriva dopo i convegni svoltisi nei mesi scorsi ad Arezzo, Sassari, Cosenza, Bergamo e Pavia sui temi rispettivamente della manifattura di qualità, della sostenibilità ambientale, il recupero del patrimonio immobiliare, l’innovazione digitale e l’università. La prima giornata dell’incontro vedrà la partecipazione, tra gli altri, del segretario generale dell’Anci Veronica Nicotra, del sindaco di Cuneo Federico Borgna e di Alberto Avetta, sindaco di Cossano Canavese e presidente Anci Piemonte.

I lavori della seconda giornata saranno aperti dall’intervento di Nicola Sanna, sindaco di Sassari e coordinatore Città medie Anci. A seguire, una tavola rotonda con la partecipazione delle città di Arezzo, Asti, Campobasso, Cuneo, Foggia, Lecce, Novara, Pavia, Perugia, Reggio Emilia e Sassari. A conclusione del confronto previsti gli interventi di Massimo Castelli, sindaco di Cerignale e coordinatore dei Piccoli Comuni Anci, Rosario D’Acunto, presidente dell’Associazione Città della Nocciola e di Francesca Blanc, Cattedra Città Intermedie dell’Unesco.

Lascia un commento