Casteldaccia. Sterminata la famiglia Giordano 9 morti: due in salvo grazie ai dolci

Giuseppe Giordano si trovava fuori dalla villa di Casteldaccia. E’ stato sbattuto contro un albero dalla furia della piena del fiume Milicia. All’interno della villetta c’erano i suoi familiari: la moglie e i figli di Giuseppe, i suoi genitori, i fratelli. Si sono salvati altri due ospiti della villa. Erano andati in paese a prendere dei dolci.

Alle 0.30 la tragedia. Le vittime di Casteldaccia sono Rachele e Federico Giordano di 1 e 15 anni, la loro mamma Stefania Catanzaro (32 anni), moglie dell’unico sopravvissuto; il nonno Antonino Giordano (65 anni) e la moglie Matilde Comito (57 anni), i figli Marco (32) e Monia (40), e un altro bimbo, Francesco Rugò che aveva solo 3 anni.

L’allarme è stato dato dai vicini di casa della famiglia palermitana in vacanza nella villetta di Casteldaccia. Tra i primi ad accorrere nella notte alcuni parenti che avevano lasciato la villa della morte a Casteldaccia.

Lascia un commento