Fattore Dybala: Juve a +6 su Inter e Napoli

La Juventus domina: 31 punti in 11 giornate. E’ record per la squadra di Cristiano Ronaldo. La Vecchia Signora ha risposto con un 3-1 sul Cagliari alle vittorie di Napoli e Inter, seconde a -6. Il risultato è rimasto in bilico fino all’88’ quando Cr7, lanciato in contropiede da Cuadrado, ha dimostrato altruismo e anziché provare il gol personale, ha servito il colombiano a centro area. Fino a quel punto, il successo della capolista era stato deciso dal più classico degli autogol, di Bradaric, capitato quando il Cagliari aveva appena rimediato il pari con Joa Pedro. I sardi, sotto la spinta di Barella e Castro, non si erano fatta deprimere dall’1-0 firmato da Dybala dopo appena 45″, un’azione in cui si è bevuto tutta la difesa con un cambio di direzione e destro in caduta sul primo palo, con rete convalidata dopo la prima delle tre Var, tutte nel primo tempo. Fattore Dybala alla Juve anche se la serata era tutta per il portoghese che ha ritirato dal presidente Agnelli la maglia celebrativa per i 400 gol segnati tra Premier League, Liga spagnola e Serie A.

Momento bruttissimo per la Roma (pari con la Fiorentina) contestata dai suoi tifosi a Firenze nella stazione di Campo di Marte, da dove la squadra è ripartita in treno. Prima di salire sul vagone riservato, infatti, giocatori e società sono stati contestati a distanza da un centinaio di supporter giallorossi reduci anche loro dallo stadio Franchi.

Bersagliati dai cori sono stati il presidente James Pallotta, che non era presente, e i calciatori, definiti “mercenari”. Nessun accenno alle polemiche arbitrali del post partita da parte dei romanisti, e nessuna contestazione a Di Francesco. In stazione non c’era Francesco Totti, che non è sul treno con gli altri dirigenti e allo stadio era, oltre che il ds Monchi e il ds Baldissoni, in compagnia del figlio Cristian e dell’amico-preparatore Vito Scala.

Lascia un commento