Massa. Lion Air caduto in mare: tra le vittime il ciclista Andrea Manfredi

C’è anche una vittima italiana nella sciagura dell’aereo della compagnia indonesiana Lion Air caduto in mare con 189 persone a bordo. I contatti con il mezzo erano stati persi poco dopo il decollo da Giacarta. In base a quanto ha riferito un funzionario della compagnia aerea “c’era anche un cittadino italiano tra i passeggeri”.

Al momento sono stati usati sei sacchi per cadaveri. Le ricerche dovrebbero durare almeno 1 settimana. Il relitto non è stato ancora localizzato. Sul volo c’erano 182 passeggeri, tra cui 3 bambini e 7 membri dell’equipaggio. L’aereo si è schiantato nell’acqua a circa 30-40 metri di profondità, così come specificato da un portavoce dell’Agenzia incaricata delle ricerche. Il Lion Aier aveva chiesto alla Torre di controllo di poter tornare indietro a Giacarta, poco prima che si interrompessero i contatti verso le 6:30 (00:30 in Italia). Il volo era diretto a Pangkal Pinang, città nell’isola di Bangka, al largo di Sumatra. Il pilota aveva contattato la torre di controllo per poter tornare indietro, dopo aver segnalato un problema tecnico. I controllori di volo hanno autorizzato il rientro, ma l’aereo è poi scomparso dai radar.

Kamparan edizione online ha pubblicato la lista con i nomi dei passeggeri, tra cui quello della vittima italiana, notizia confermata anche dal presidente della compagnia aerea e poi dalla Farnesina. Si tratta di Andrea Manfredi, 26 anni di Massa con un passato da ciclista. Nel 2013 ha gareggiato con la Ceramica Flaminia mentre nel biennio seguente ha militato tra i professionisti con la Bardiani CSF, prima di creare l’azienda Sportek. Il profilo Instagram, sul quale gli amici stanno scrivendo messaggi di cordoglio, rivela che il giovane si trovava a Giacarta.

Lascia un commento