Nardò choc. Daniele Battistini trovato morto a Portoselvaggio

Grande dolore e commozione a Nardò. Hanno avuto esito tragico le ricerche di Daniele Battistini. Il ventenne è stato rinvenuto cadavere nella pineta di Torre Uluzzo in località Portoselvaggio. Dell’universitario salentino di 26 anni non si aveva notizia da domenica scorsa. Vicino al corpo è stato trovato un coltello che ha una lama compatibile con delle ferite riscontrate sul corpo. Non è chiara la dinamica. Gli inquirenti non scartano al momento alcuna ipotesi (AGGIORNAMENTO: Aperta un’inchiesta per istigazione al suicidio. Leggi qui: Daniele Battistini. Aperta un’inchiesta per istigazione al suicidio).

Battistini era iscritto all’ultimo anno in Scienze infermieristiche all’università di Lecce. Domenica era uscito di casa dicendo di andare a fare una passeggiata portandosi il cellulare e uno zaino. La famiglia aveva lanciato un appello anche su “Chi l’ha visto?”. Leggi anche Nardò. Daniele Battistini si è ucciso con una coltellata al cuore. Approfondisci qui: Nardò. Daniele Battistini si è ucciso con un coltello da cucina. Il fratello Andrea aveva lanciato un appello in tv e sui social media: “Lascia perdere qualsiasi problema, torna da noi. Fallo per mamma e papà che stanno morendo di dolore”. In questo articolo gli sviluppi delle indagini: Nardò. La mano destra di Daniele Battistini era insanguinata.

Daniele Battistini

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin