Nardò. Daniele Battistini si è ucciso con un coltello da cucina

Poche certezze e tanto dolore a Nardò. Il centro salentino è in lutto per la tragica morte di Daniele Battistini. Il corpo dell’universitario di 26 anni è stato trovato a Porto Selvaggio. Di lui non si avevano più notizie da domenica scorsa. Aveva comunicato ai familiari di uscire a fare una passeggiata. Poi la tragica scoperta tra gli scogli in località Punta La Lea.

Accanto a Battistini è stato trovato un coltello da cucina (pare prelevato dall’abitazione di famiglia) che ha una lama compatibile con delle ferite riscontrate sul corpo. Si sarebbe ucciso con una coltellata al cuore. Gli inquirenti leccesi non escludono al momento alcuna ipotesi ma sono pochi i dubbi che si sia trattato di suicidio. Nessun segno di colluttazione. Dal suo zainetto non manca nulla. L’autopsia fornirà elementi utili per le indagini. La città di Nardò si risveglia triste e addolorata. Sui social media centinaia di messaggi di cordoglio.

Daniele Battistini

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin