Firenze. Carabiniere ammette rapporto sessuale con americana: ecco la sua versione

Colpo di scena a Firenze. Uno dei due Carabinieri indagati per la presunta violenza sessuale a danni di due universitarie americane, ha ammesso di avere avuto un rapporto con una delle ragazze ma consenziente. Il militare si sarebbe presentato autonomamente in Procura, accompagnato dal suo legale. E’ la tesi esposta al pm da uno dei due Carabinieri indagati per il presunto stupro.

violenza

Né al proprio comando né nei propri fogli di servizio, i due militari avevano dato notizia di avere fatto salire sulla gazzella le due straniere, fatto che di per sé costituisce reato. Nelle prossime ore sarà sentito anche l’altro Carabiniere iscritto nel registro degli indagati.

Cosa ha raccontato il capo pattuglia

Il Carabiniere che ha rilasciato dichiarazioni spontanee è sposato, ha 45 anni e con figli. Secondo le indiscrezioni ha fatto ammissioni di fronte alle prove. In un video si vede la gazzella che va via con le statunitensi in auto. Ci sarebbero anche i reperti biologici trovati in casa delle ragazze. Mancano solo i riscontri sul dna ma non serve attendere di fronte alle parziali ammissioni del capo pattuglia che, però, sostiene sia stato invitato dalla ragazza ad avere un rapporto sessuale.

Lascia un commento