Bologna, investì e uccise Alice Gruppioni condannato a 42 anni di carcere Nathan Campbell

Così ha stabilito la Corte Suprema di Los Angeles. Condannato a 42 anni di carcere l’uomo che il 3 agosto del 2013 investì e uccise l’imprenditrice bolognese Alice Gruppioni a Venice Beach, in California.

Nathan Campbell, 39 anni, spacciatore, nel chiedere clemenza alla Corte, ha dimostrato, hanno sottolineato i giudici, di non riconoscere a sufficienza la sua responsabilità per il crimine commesso. E’ stato ritenuto colpevole di omicidio preterintenzionale.

Alice Gruppioni, 32 anni, si trovava in California in viaggio di nozze con il marito.

Lascia un commento