Prato, il pirata della strada che ha ucciso Giancarlo Ravidà è un marocchino di 28 anni

Ha un nome e un volto l’uomo che ha investito il diciannovenne foggiano fuggendo senza prestare soccorso. Il pirata della strada si è consegnato in Questura, accompagnato dal suo avvocato, ammettendo di essere lui l’automobilista che ha provocato la morte di Giancarlo Ravidà, giovane originario di Foggia, di cui i genitori hanno donato gli organi.

L’investitore è un marocchino di 28 anni, sposato con un’italiana e con due figli minori. E’ stato sottoposto a fermo con l’accusa di omicidio colposo e omissione di soccorso.

9 su 10 da parte di 34 recensori Prato, il pirata della strada che ha ucciso Giancarlo Ravidà è un marocchino di 28 anni Prato, il pirata della strada che ha ucciso Giancarlo Ravidà è un marocchino di 28 anni ultima modifica: 2015-01-05T19:34:30+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento