Area metropolitana, Marino non abbia una visione romanocentrica

“A oltre vent’anni dall’idea di istituire le Città metropolitane è arrivato il momento di accelerare questo percorso di condivisione per fare di Roma, e delle città della provincia, un’area strategica”, lo dichiara in una nota il sindaco di Monte Compatri, Marco De Carolis. “È vero – continua il primo cittadino del Comune dei Castelli romani – che questa è un’occasione per proseguire verso la strada del decentramento, come ha detto stamane il collega Ignazio Marino. La preoccupazione, però, è che le maggiori risorse richieste, per portare a termine questa rivoluzione amministrativa, si traducano in una visione romanocentrica della riforma”. “La dimensione del quadrante geografico, infatti, – aggiunge De Carolis – deve coincidere con una risposta a tutte le emergenze che vivono i Municipi limitrofi della Capitale”.

“Senza dimenticare – conclude – che l’area metropolitana, come quelle di Berlino, Londra, Vienna e Madrid, prese a riferimento dal presidente dell’assemblea capitolina, Mirko Coratti, per essere veramente tale deve avere una rete di trasporto pubblico degna di questo nome. Anche per questo sarebbe opportuno che il governatore Nicola Zingaretti spiegasse se i tagli sul tpl regionale sono ancora in agenda o se, invece, le risorse economiche siano mantenute o incrementate al fine di assicurare un servizio efficiente, che permetta collegamenti costanti con la Capitale. Solo così, infatti, può iniziare il percorso di integrazione di cui parla Marino”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento