Berlusconi, rapimento Spinelli banda comandata dall’ex pentito Francesco Leone

E’ lui il presunto capo della banda che lo scorso 15 ottobre avrebbe sequestrato per una notte intera il ragioniere Giuseppe Spinelli, contabile di fiducia di Silvio Berlusconi. Francesco Leone, 51 anni, protagonista della storia della mala barese negli anni Novanta e specializzato in rapine e sequestri, poi anche pentito, è stato arrestato su ordine della Procura di Milano insieme ad altri due italiani e tre albanesi, che avrebbero fatto parte della sua banda. In carcere sono finiti Alessio Maier, Pierluigi Tranquilli e gli albanesi Ilirjan e Laurenc Tanko e Marjus Anuta.

Francesco Leone avrebbe preso in ostaggio il ragionier Spinelli all’interno della sua abitazione insieme alla moglie, pretendendo da Silvio Berlsuconi il pagamento di 35 milioni di euro in cambio di un dossier composto da documenti e registrazioni video riguardanti segreti sul Lodo Mondadori. Il materiale, a detta dei banditi, avrebbe potuto scagionare Berlusconi dalle accuse.

Berlusconi ne venne informato da Spinelli solo alle prime ore del mattino, e dopo questa chiamata la banda liberò Spinelli. Solo il giorno dopo venne presentata denuncia dall’avvocato Ghedini mentre la scorta del Premier prese sotto la propria protezione Spinelli e la sua famiglia. La Procura ha avviato intercettazioni arrivando a scoprire Leone e i suoi presunti complici.

Lascia un commento