Gioia Tauro, navi in Porto anche nella notte lavoratori fermi

Hanno proseguito anche nella notte, nel turno in corso dall’una di notte alle ore 07:00, i lavoratori del porto di Gioia Tauro che hanno deciso l’assemblea permanente la rottura del tavolo tra sindacati e Mct, un confronto che fonti sindacali hanno definito molto animato, proprio la sera prima del vertice fissato per oggi pomeriggio alle ore 15:00 nella sede della Regione Calabria a Palazzo Alemanni. Intorno alle ore 22:00 di martedì c’erano quattro navi ferme in banchina in attesa di essere scaricate. Cgil, Cisl, Uil e autonomi del Sul si dovrebbero recare comunque a Catanzaro, dove li attende la vicepresidente della Giunta regionale Antonella Stasi e il terminalista Mct. La trattativa si sarebbe arenata sui criteri di gestione della cassa integrazione. Mct vuole introdurre verifiche trimestrali dei lavoratori e dal mese di novembre anche l’aumento della movimentazione che doveva arrivare fino a 30 container alla ora. Una proposta fortemente osteggiata dalle parti sociali. Davanti alle rimostranze dei sindacati, l’azienda ha deciso di interrompere la discussione.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin