Roma, oggi ancora nella morsa del caldo

Il Centro Nazionale per la Prevenzione degli Effetti del Caldo sulla Salute (Dipartimento Protezione Civile) pubblica quotidianamente il suo bollettino nel quale dà conto della situazione termica per 3 giorni, indicando il livello di rischio per la salute su una scala da 0 a 3.  Secondo il bollettino emesso martedì 12, sono previsti ancora due giorni a livello 3 in cui “E’ necessario adottare interventi di prevenzione mirati alla popolazione a rischio”.  Da giovedì le temperature tenderanno a diminuire. “Con l’arrivo della prima ondata di calore diventa operativo il Piano della Protezione civile del Campidoglio che nella fascia oraria compresa tra le 11.30 e le 16.30, grazie all’ausilio di un centinaio tra volontari e operatori comunali, offre la necessaria assistenza alla popolazione e sarà presente con una riserva di acqua in bottiglia presso i musei capitolini e vaticani oltre che ai nodi di scambio delle metropolitane Piramide, Termini e Anagnina. Le bottiglie d’acqua che abbiamo stoccato per far fronte alle prime ondate di calore sono 150.000. Prevista anche l’attivazione di servizi sanitari di assistenza ed informazione alla popolazione con ambulanze, dislocate su: piazzale Ostiense, Musei vaticani e piazzale della Stazione Anagnina. Le ondate di calore dipendono da condizioni meteorologiche estreme, caratterizzate da elevata temperatura ed umidità, che si protraggono per più giorni e possono rappresentare un rischio per i soggetti più esposti, tra cui bambini ed anziani. Per difendersi dal caldo è indispensabile adottare alcuni semplici accorgimenti: mangiare frutta e bere acqua anche in assenza di sete, evitare alcolici e caffeina, indossare abiti leggeri e di colore chiaro in fibre naturali, consumare pasti leggeri.” E’ quanto ha dichiarato il direttore della Protezione civile del Campidoglio, Tommaso Profeta. Info: www.protezionecivileromacapitale.it.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin