Sicurezza urbana a Pisa: 93 arresti e quasi 17 mila oggetti sequestrati nel 2022

121

Nel 2022 la Polizia Municipale di Pisa ha provveduto ad effettuare 93 arresti, in prevalenza per reati di spaccio, 13 espulsioni dal territorio comunale, di cui 8 con rimpatrio, 46 sgomberi di immobili occupati abusivamente. Sono alcuni dei numeri della relazione annuale della Polizia Municipale, che saranno presentati domani (venerdì 13 gennaio) alla prima giornata di studio dedicata agli operatori e intitolata “Polizia locale e sicurezza urbana” in programma agli Arsenali Repubblicani (inizio ore 09.30). A presentare i dati sull’operato della Polizia Municipale di Pisa in ambito di sicurezza urbana, stamani il sindaco Michele Conti, l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno, il Comandante Alberto Messerini e il responsabile del NOSU Paolo Migliorini.

“Come delegato nazionale Anci alla Polizia Municipale – dichiara il sindaco di Pisa Michele Conti –, confrontandomi con altri sindaci di città medie e grandi, è emerso come quella della Polizia Municipale ormai sia diventata una professione in profonda trasformazione, dove caratteristiche come “polifunzionalità” e “specificità” dei servizi vengono richieste da noi amministratori, per conto dei cittadini, per rendere le attività della Municipale sempre più efficaci. A Pisa la costituzione dei nuclei specializzati che operano in maniera mirata sul territorio, come ad esempio il NOSU, nucleo operativo sicurezza urbana, ci ha permesso a partire dal 2021 di intensificare l’attività della Polizia Municipale nel controllo antispaccio in centro storico con grandi risultati. È stato potenziato il nucleo operativo di agenti in servizio negli orari serali e notturni e, grazie a un lavoro di squadra composto da personale in borghese, agenti ciclisti, unità cinofila e centrale operativa collegata con le immagini delle telecamere di videosorveglianza, abbiamo potuto raggiungere risultati importanti, primo tra tutti i 93 arresti”.

“Aumento dell’organico – prosegue il Sindaco -, un più capillare controllo del territorio in raccordo con le altre forze di polizia della città guidate dal Prefetto e coordinate attraverso la partecipazione al Comitato per l’ordine e la sicurezza, hanno dato ulteriori risultati positivi. Non siamo immuni, come le altre città, dalle tragiche fatalità come il fatto di cronaca di questi giorni: colgo l’occasione per esprimere le mie più sincere condoglianze alla famiglia Orsini, sicuro di esprimere il cordoglio e la profonda costernazione di una intera comunità. Voglio anche congratularmi con il giovane ragazzo che ha provato a intervenire per evitare il peggio: il senso civico è uno degli elementi principali che concorrono a formare una comunità più sicura. C’è ancora da lavorare, lo faremo con la stessa convinzione di questi mesi, aumentando i servizi per il controllo della malamovida, implementando la rete della videosorveglianza, restando a disposizione della città per garantire una sempre migliore qualità della vita in ogni quartiere”.

“Domani a Pisa – spiega l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno – si terrà il primo meeting su polizia locale e sicurezza urbana, un’occasione unica per la nostra città per confrontarci sui temi principali che riguardano la sicurezza in tutto il territorio nazionale. Ma sarà anche l’occasione per valorizzare il ruolo della Polizia Municipale di Pisa, per l’attività che quotidianamente svolge al servizio dei cittadini. Oggi presentiamo i dati che dimostrano l’operato per l’anno 2022: risultati che confermano l’impegno e il lavoro portato avanti in questi anni per dare una risposta alle esigenze della comunità, assicurare una presenza fissa sul territorio, a fianco dei cittadini, capace di intervenire con azioni mirate ed efficaci. Abbiamo investito risorse per contrastare tutti i fenomeni di illegalità, abbiamo potenziato l’organico della Municipale, istituito diversi nuclei specializzati, tra i quali il NOSU, la Polizia Turistica, l’Unità Cinofila, la Polizia di prossimità. Abbiamo investito in dotazioni, strumenti operativi e videosorveglianza, raddoppiando in quattro anni il numero di telecamere installate in città. Abbiamo fatto della Polizia Municipale un presidio di legalità sempre presente sul territorio e sempre più vicino ai cittadini. Ringrazio la Questura e la Prefettura di Pisa per l’ottima collaborazione che c’è sempre stata in questi anni e il Comandante Alberto Messerini, insieme a tutto il personale della Polizia Municipale, per il grande impegno e la professionalità dimostrati”.

Il Comandante Alberto Messerini, dopo aver ringraziato per il suo operato come responsabile del NOSU e della Polizia di prossimità Paolo Migliorini, ha quindi illustrato nel dettaglio attività e risultati della Polizia Municipale di Pisa nel 2022, relativamente alla sicurezza urbana, intesa, come prevede la legge, come “quel bene pubblico che attiene sia alla vivibilità di una città che al decoro urbano”. Il Comune di Pisa, tramite la Polizia Municipale, assicura una attività giornaliera di presidio alla sicurezza urbana, con interventi che vanno dalla vigilanza continuativa di alcune aree considerate “critiche” (zona Stazione Centrale, zona monumentale del Duomo, piazza Vittorio Emanuele), alle azioni di prevenzione sociale (corsi di educazione alla legalità nelle scuole, interventi congiunti con servizi sociali, azioni di prevenzione di reati) fino alla programmazione di interventi straordinari, spesso in orario notturno, per il contrasto ai fenomeni criminali e di malamovida. Si occupano di sicurezza urbana, con maggiore frequenza, due specifici reparti: il Nucleo Operativo Sicurezza Urbana e il Nucleo Prossimità, coordinati dall’Unità Cinofila, ai quali si affiancano altre articolazioni che, unitamente ad altre tipologie di servizio, concorrono al mantenimento del decoro cittadino sia in termini di contrasto alle forme di commercio abusivo sia come presidio per il rispetto delle ordinanze contingibili ed urgenti emanate dal Sindaco e del Regolamento di polizia urbana: il Nucleo Centro Storico, la Polizia Amministrativa ed il Distaccamento Litorale.

Il lavoro svolto nel 2022 è sintetizzato dai seguenti numeri:

Arresti: 93 persone arrestate, prevalentemente per reati di spaccio stupefacenti: per la maggior parte si tratta di cittadini stranieri irregolari sul territorio, di cui 7 con custodia in carcere, 8 espulsi e rimpatriati, 5 espulsi e non rimpatriati, 49 con obbligo di presentazione alla P.G., 22 con divieto di dimora nel Comune o nella provincia di Pisa, 2 con obbligo di dimora nel Comune di Pisa. 88 sono le persone denunciate in stato di libertà (prevalentemente per reati di spaccio stupefacenti). “Gran parte degli arresti sono avvenuti in zona Stazione – aggiunge Messerini – dove la Polizia Municipale è un presidio fisso, grazie alla presenza del NOSU. Ringraziamo la squadra e l’operato di Paolo Migliorini, cervello operativo di tutte queste azioni, che ha portato la Municipale di Pisa per gli arresti a numeri che rappresentano un’eccellenza a livello nazionale.”

Sgomberi immobili occupati: Sgomberati 46 immobili occupati abusivamente (proprietà APES, altre proprietà pubbliche, proprietà private) e restituiti ai legittimi proprietari, sempre attraverso l’attività del NOSU

Ordinanze di chiusura esercizi commerciali e pubblici esercizi: 6 ordinanze di chiusura per violazioni ordinanze sindacali e normative nazionali, per vendita e somministrazione di bevande alcoliche ai minori o in orari non consentiti; 8 ordinanze di chiusura per violazioni normative COVID. 4 provvedimenti di chiusura ex art. 100 TULPS emessi dal Questore su richiesta e segnalazione della Polizia Municipale. Tutte attività svolte in orario serale e notturno e con personale in borghese.

Contrasto alla malamovida: 13 sono state le ordinanze emesse a presidio del decoro urbano e della tranquillità delle persone. Alcune di queste (ordinanza anti rumori, ordinanza che impone la collocazione di merci solo all’interno dei negozi e non sulle pareti esterne, ordinanza antibivacco) sono state riprese da altri Comuni italiani.

Il Comune di Pisa è stato anche il primo in Toscana ad avvalersi di stewards forniti da agenzia privata e impiegati in collaborazione e sotto la direzione della Polizia Municipale per la gestione delle problematiche di sovraffollamento delle piazze della “movida” cittadina (questa novità è stata poi ripresa da altre Amministrazioni, a cominciare dal Comune di Firenze). Nel 2022, per il servizio steward il Comune di Pisa ha speso 61.800 euro.

Sequestri merce venduta abusivamente: 10.285 articoli sequestrati dal Distaccamento Litorale; 5.170 articoli sequestrati dal Nucleo Centro Storico (zona Duomo); 1.465 articoli sequestrati dal Nucleo Polizia di Prossimità. Totale: 16.920 articoli sequestrati (tra i quali rientrano anche 829 bottiglie di birra vendute abusivamente nelle aree del centro storico, 8 casse acustiche e 4 strumenti musicali utilizzati in violazione dell’ordinanza sindacale anti rumori). “Numeri che – aggiunge Messerini – pongono Pisa al vertice in Italia per numero di articoli sequestrati”.

Interventi su minori: Il Nucleo Polizia di Prossimità, “che è un reparto in evoluzione, diretto da Migliorini e Franceschini – ha spiegato Messerini – si sta specializzando in attività di contrasto ad atti di bullismo con molti interventi in ambito scolastico, grazie ad una formazione specialistica sempre in aggiornamento.” Il Nucleo ha seguito indagini per reati consumati o tentati che hanno visto coinvolti, quali autori o persone offese, soggetti minorenni. In particolare sono stati eseguiti 15 interventi congiuntamente alla Società della Salute – Servizio Sociale, per dispersione scolastica, incuria o degrado di minori, minori fuggiti di casa e riaffidati ai genitori, minori fuggiti da Comunità, minori problematici. 11 interventi per atti di bullismo (furti a danno di minori, aggressioni, risse trastudenti, percosse e lesioni nei confronti di soggetti minorenni) da cui hanno scaturito 9 segnalazioni alla Procura dei Minori di Firenze.

Il programma della giornata di studio di venerdì 13 gennaio

Si svolgerà a Pisa venerdì 13 gennaio (Arsenali repubblicani, ore a partire dalle ore 09.30) la prima giornata di studio dedicata agli operatori di Polizia locale. Si tratta del “1° meeting della Polizia locale e sicurezza urbana” organizzato dal gruppo Maggioli, con il patrocinio del Comune di Pisa.

Il programma prevede l’inizio dei lavori alle 09.30 con i saluti istituzionali del sindaco di Pisa Michele Conti, delegato Anci nazionale per la Polizia Municipale, e di Giovanna Bonanno, assessore alla sicurezza. A seguire ci sarà l’intervento di Roberta Bruzzone, criminologa e psicologa forense su “La gestione dello stress nelle operazioni e situazioni critiche di polizia”. Saranno poi affrontati specifici argomenti dedicati a “La gestione delle problematiche connesse alla movida cittadina”, a cura di Davide Mastellone, ufficiale del Nucleo Centro Storico Polizia Municipale di Genova; “L’attività di polizia giudiziaria nel contrasto dei reati di strada, dallo spaccio alle risse”, con la relazione di Marco Luciani, responsabile unità investigazione e prevenzione Polizia Municipale di Milano.

Dopo la pausa, i lavori riprenderanno (ore 14.30) con “La violenza giovanile: risse, danneggiamenti, baby gang”, a cura di Davide Fratta, PM presso la Procura della Repubblica Tribunale dei Minorenni di Torino, e di Rosalba Fiando, ufficiale responsabile dell’aliquota di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica Tribunale dei Minorenni Piemonte e Val d’Aosta.