E, tu?

318

…. E , tu ?

 

Vincenzo Calafiore

3 Novembre 2022 Udine

 

 

 

“Sai quanto fa male non poter abbracciare chi ami, quanto silenzio c’è al risveglio, e quanto spaventa quel mostro invisibile che cambia continuamente la vita e costringe a vivere nella lontananza.

Ho imparato che non bisogna arrendersi mai, anche quando il traguardo sembra lontano;

che per vivere bisogna essere, straordinari, sognatori, coraggiosi, capaci di tuffarsi nelle emozioni, a sperare no nel possibile ma nell’impossibile.

E tu,

tu sei capace di ascoltare il mare, di camminare sotto le stelle, di riempire la tua anima di sogni?”

Vincenzo Calafiore

 

 

Amore, mi prenderò cura di te, dei nostri ricordi, di quei nostri sguardi che hanno attraversato l’anima e il cuore, dei nostri respiri che nel buio colmavano la lontananza.

Farò di tutto per non dimenticare nulla di ciò che siamo stati, la felicità di pochi attimi che abbiamo condiviso, le promesse che ci siamo fatte, le parole sussurrate in riva al mare, ogni pensiero che abbiamo affidato alle maree.

Io ti amo e ti amerò, per sempre ti amerò!

Sorriderò tutte le volte che mi torneranno in mente i tuoi occhi, che tanto assomigliano al mare; non dimenticherò mai il primo bacio con tutta la sua emozione, le carezze.

Nessuno inverno mi porterà via questi ricordi.

Ogni volta che guarderò il mare tutto tornerà in mente, e sarà come se tu fossi qui con me, anche se non lo sei.

 

Ogni cosa che facevi ci mettevi il cuore, ti sei rialzata sempre tutte le volte che sei caduta.

Quello che più ho amato di te è che tu non hai mai dimenticato le tue ferite, perché sono il prezzo che hai dovuto pagare per essere quella che sei stata. Perché non ti sei mai arresa, perché hai imparato a sopravvivere al dolore e nonostante tutto hai continuato a sognare!

Sai ci vuole coraggio a lottare per vivere, a volare per poter amare e tu lo hai!

 

Nessuno potrà mai decidere cosa e chi sei, nessuno potrà  mai dirti che tu non sei abbastanza;

perché tu sai amarti e troverai sempre il sole dentro di te così forte da risplendere anche in quelle giornate uggiose.

Ma impara a danzare nel vento della vita, ama sempre il tuo coraggio di Donna.

 

Ma quanta forza ci vuole ogni giorno per non arrendersi a questo devastante sistema, quanto coraggio a trattenere le lacrime nascoste dietro un sorriso, a ricominciare ogni giorno.

Avere il coraggio di andarsene.

Lo sai ci sono giorni in cui pensi  di non avere il coraggio di andare avanti nel tuo cammino; giorni in cui ti senti sola e di dover contare solo su te stessa e stringerai i pugni; scoprirai che ci sono cadute  che si trasformeranno in straordinari e fantastici voli, troverai sorrisi e abbracci che ti faranno guarire, vivere.

Non permettere a nessuno di spegnere il tuo sorriso, non aver paura di smarrirti, perché ogni giorno potrà essere un nuovo inizio, una nuova vita, una nuova occasione di poter amare.

Sai, dovresti amarti così come sei: fragile, autentica, ribelle, sognatrice, amorevole,  con tanta voglia di te stessa!

Ubriacati di sorrisi, di primavere, di voglia di perderti nel vento della vita, di sdraiarti in riva al mare e annegare dentro un tramonto.

Abbi voglia di tenerezza, leggerezza, di felicità, d’amore!

Impara a cadere e a rialzarti sempre, a ricominciare.

Abbi il coraggio Donna di aprire le ali e di volare alto lassù nel cielo della vita!