Vetrine per negozi, cosa offre il mercato e le soluzioni EKU

183

Progettare infissi per negozi è compito arduo perché le variabili da tenere a mente sono innumerevoli, basti citare il livello di personalizzazione frequentemente richiesto dal committente e la rilevanza dell’impatto visivo sugli acquirenti.

Una vetrina per negozio, infatti, è essenzialmente il primo biglietto da visita con cui si presenta l’esercente e come tale può definire o meno il successo dell’attività commerciale.
Ma quali sono gli elementi che occorre tenere in considerazione quando si sceglie, si progetta e si installa una vetrina?

Scopriamolo.

L’importanza della serramentistica e l’eccellenza delle serie EKU

Nella visione comune, una vetrina di un negozio non è altro che un semplice vetro attraverso il quale visionare con più o meno accuratezza i prodotti esposti, ma in realtà è ben altro e se non ci si pone nell’ottica di effettuare un’attenta progettazione, il rischio è quello di disattendere le aspettative del negoziante e quelle del potenziale cliente.

Ogni attività commerciale ha specifiche esigenze dovute alla natura del negozio stesso e alla tipologia di rapporto che intercorre tra addetti alle vendite e consumatori; ecco perché progettare e installare una vetrina per negozi significa principalmente essere consapevoli della finalità alla quale verrà destinata.

Ovvio come una vetrina per bar debba essere di natura differente rispetto a una prevista per negozi nei quali si commerciano diamanti, ambiti diversi richiedono soluzioni diverse ed è solo tramite lo sviluppo di prodotti altamente personalizzati che è possibile ottenere risultati qualitativamente funzionali.

Naturalmente, affinché la progettazione e il relativo montaggio vengano eseguiti a regola d’arte, è fondamentale rivolgersi ad aziende di primo livello, come EKU Sistemi in Alluminio che, con la serie EKU 78 TT per porte esterne a taglio termico e la serie EKU 66 TT PORTE HPS per porte pedonali ad apertura interna o esterna con maniglione antipanico, con superfici complanari da ambo i lati offre soluzioni ideali per la costruzione di vetrine per negozi con parti apribili o fisse di grandi dimensioni, in abbinamento ad aperture a battente.

Quali sono le caratteristiche principali che le vetrine per negozi devono avere?

Senza dubbio una delle caratteristiche più ricercate è l’elevata qualità dei materiali. Una vetrina, per sua stessa natura, è continuamente soggetta a interazioni con gli addetti ai lavori e con il pubblico: per questi motivi è fondamentale che i materiali utilizzati risultino resistenti e al contempo facili da pulire.

Direttamente collegata alla qualità dei materiali vi è inoltre la capacità di resistere agli agenti atmosferici esterni. I serramenti, infatti, il più delle volte si trovano direttamente esposti a condizioni tali da pregiudicarne il mantenimento strutturale, per questo è fondamentale optare per materiali con sistemi di tenuta aria-acqua.

Quali sono le tipologie di vetrine per negozi?

Esistono diverse tipologie di vetrine per negozi tra le quali scegliere, tuttavia a titolo esemplificativo è possibile ricondurre tutti i vari modelli presenti sul mercato in 4 macrocategorie:

  • Vetrina con vetro fisso. Si tratta di una tipologia di vetrina congeniale per quelle attività commerciali che vedono un flusso medio-basso di clientela.
  • Vetrina con vetro fisso e porta. Ideale per attività commerciali nelle quali si registra un flusso medio-alto di clientela. Ovviamente la presenza della porta integrata fa sì che si rendano necessari anche elementi accessori.
  • Vetrina con apertura a scorrimento verticale. Per lo più adatte alle attività commerciali che prevedono un contatto diretto con il pubblico, si tratta di una soluzione il cui compito principale è quello di favorire la possibilità di scelta del consumatore e al contempo proteggere adeguatamente i prodotti esposti.
  • Vetrina apribile completamente. Soluzione adatta per quelle attività commerciali caratterizzate da flusso elevato di clientela e proprio per questo spesso impiegata nell’ambito della ristorazione. Un aspetto di fondamentale importanza di questa tipologia di vetrina è che consente un’ampia personalizzazione mediante cui poter determinare, ad esempio, l’apertura in base al flusso di clientela prevista.

L’importanza dell’illuminazione

La scelta della tipologia di finestra da installare non è l’unica che si presenta a un commerciante che voglia davvero optare per una soluzione all’altezza delle sue aspettative, vi sono infatti anche dei fattori puramente funzionali di cui tener conto.

Tra questi quello principale è senza alcun dubbio l’illuminazione.

Una corretta illuminazione è in grado sia di incrementare il volume delle vendite tramite il risalto fornito ai prodotti esposti sia di contribuire a definire e marcare le potenzialità di un determinato brand.

Una vetrina, come detto, è il biglietto da visita di un negozio, quell’elemento capace di catturare l’attenzione di un potenziale acquirente, è quindi necessario che si faccia affidamento su soluzioni adeguate.

Ulteriori fattori funzionali degni di nota sono quelli relativi all’isolamento acustico e termico. Il secondo si rende necessario in quelle attività commerciali in cui vi è un medio-alto flusso di clientela con conseguente apertura frequente della porta. In questi casi è opportuno che le vetrate riescano a minimizzare la dispersione del calore durante l’inverno e a evitare l’ingresso di aria calda durante l’estate.

L’isolamento acustico, invece, si rende necessario quando all’interno del negozio stesso vi sono elementi che potrebbero essere di fastidio per le attività contigue, come nel caso della musica ad alto volume.