Massafra. Antonio Granata sgozza la moglie Carolina Bruno e la suocera Lorenza Addolorata Carano

455

Dramma familiare a Massafra nel Tarantino dove si è consumato un duplice femminicidio. La tragedia è avvenuta in una casa in via Da Vinci. Sotto choc il rione San Francesco, zona nord di Massafra. Il potatore Antonio Granata dopo gli omicidi ha fatto perdere le sue tracce. L’uomo di 61 anni ha ucciso la moglie Carolina Bruno, 65 anni e la suocera Lorenza Addolorata Carano, 91 anni. Le due sarebbero state accoltellate dopo una discussione animata.

Antonio Granata pare che le abbia colpite a morte con dei fendenti alla gola, per poi fuggire via fino a far perdere le proprie tracce a bordo della sua auto. Il sessantenne avrebbe tentato di compiere gesti autolesionistici prima di allontanarsi. Al lavoro gli inquirenti: il pm di turno della Procura di Taranto, Marco Colascilla Narducci, e il comandante provinciale dei carabinieri Luca Steffensen insieme ai carabinieri della locale Compagnia e del comando provinciale di Taranto.

Il sindaco di Massafra, Fabrizio Quarto, che ha appreso la notizia dagli agenti della Polizia Locale, parla di “immane tragedia che ha colpito la comunità”, come riferisce La Gazzetta del Mezzoggiorno. La coppia non aveva figli.

Marito e moglie abitavano nell’appartamento al piano di sopra. Poi, un anno fa, i coniugi avrebbero perso il loro alloggio a un’asta e si erano trasferiti al pianterreno dalla suocera. Qui abitavano tutti e tre. I vicini raccontano che i litigi erano all’ordine del giorno. AGGIORNAMENTO: Granata si è impiccato (leggi qui).