La Principessa Nina alla reggenza del Seborga

780

Dal nostro corrispondente Rino Logiacco – Giovedì 20 agosto, in occasione della festa di San Bernardo, festa nazionale del Principato, si è svolta a Seborga la cerimonia di investitura di S.A.S. la Principessa Nina Dobler ed il giuramento di fedeltà al Principato dei consiglieri della Corona e dei Priori. La cerimonia si è svolta davanti al sagrato della chiesa di San Bernardo in stile medioevale con costumi, giullari e suonatrice d’Arpa, tutto si è svolto nel rispetto delle normative anti covid.

Seborga
Rino Logiacco e la principessa Nina

Abbiamo visto, sentito ed applaudito al giuramento della Principessa Nina che dopo 1000 anni di storia del principato lei è la prima donna ad essere incoronata alla guida del piccolo meraviglioso Borgo storico. Presenti molte autorità, giornalisti italiani e stranieri, TV italiane, francesi e tedesche e non potevano mancare I Cavalieri Templari devoti al Principato ed alla regola di San Bernardo. Pronunciata la formula di rito la Sovrana ha ricevuto la fascia, la spada e la chiave. La bella Nina di 42 anni di origini tedesche che vive con sua figlia Maya di poco più di un anno a Seborga. Voluta ed acclamata dai cittadini ha fatto il suo ingresso sul sacrato della chiesetta di San Bernardo salutando il popolo di Seborga e tutti gli ospiti presenti, unico evento della stagione perché a causa dell’emergenza sanitaria non è stato possibile organizzare la festa patronale come di consueto per evitare assembramenti.

La principessa, scortata dalle guardie dei Borghini davanti al capo Dei Priori, ha affermato. “Io Nina principessa di Seborga giuro solennemente davanti a Dio ed al cospetto del popolo sovrano di essere fedele al principato e di osservare lealmente gli Statuti generali e le leggi”. Ha ricevuto la fascia, la spada quale emblema a difesa della Sacra Terra del principato e la chiave simbolo di governo nonché il collare quale segno del potere. Tutta la cerimonia è stata accompagnata dalle note dell’Arpa suonata da Claudia Murachelli vestita come altre Dame di un tempo che fu in un’atmosfera medioevale anche i consiglieri della corona; Mauro Carassare, Sabina Tomassoni, Giovanni Fiore, Luca Pagani, Maria Carmela Serra, Franco Murduano, Francesco Verrando, Patrizia de Paola e Sabina Camarda hanno giurato fedeltà al Principato.

La Principessa ha sottolineato che “la giornata di oggi è per tutti un segno di ripartenza”. Il periodo è difficile. La cerimonia ha tenuto conto delle restrizioni legale coronavirus, che auguriamoci finisca molto presto. “Avremmo voluto fare di più in questi nove mesi di governo” ha aggiunto. “La grande presenza di voi giornalisti, corrispondenti, è segno che la storia del Principato di Seborga è molto apprezzata. Seborga è molto forte e fiera delle sue tradizioni e della sua storia, ora che la situazione sembra un po’ calma, ci auguriamo e speriamo davvero che si ritorni alla normalità per poter tornare alle mansioni giornaliere ed ad un buon governo. Noi saremo qui, fiduciosi e disponibili con chiunque viene a visitare l’Antico Borgo di Seborga”.
La favola della Principessa Nina inizia e si immerge nella millenaria storia del principato di Seborga.