Coronavirus in Calabria. Un morto a Cosenza e uno a Crotone: bollettino del 19 marzo

180

In Calabria ad oggi sono stati effettuati 1769 tamponi. Le persone risultate positive al Coronavirus sono 169 (+40 rispetto a ieri), quelle negative sono 1600. Territorialmente, i casi positivi sono così distribuiti: – Catanzaro: 14 in reparto; 5 in rianimazione; 17 in isolamento domiciliare – Cosenza: 24 in reparto; 4 in rianimazione; 7 in isolamento domiciliare; 1 deceduto – Reggio Calabria: 16 in reparto; 4 in rianimazione; 34 in isolamento domiciliare; 2 guariti; 1 deceduto – Vibo Valentia: 5 in isolamento domiciliare – Crotone: 6 in reparto; 28 in isolamento domiciliare; 1 deceduto I soggetti in quarantena volontaria sono 5590, così distribuiti: – Cosenza: 1270 – Crotone: 386 – Catanzaro: 550 – Vibo Valentia: 590 – Reggio Calabria: 2794 Le persone giunte in Calabria negli ultimi quattordici giorni che si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 9383. Non ce l’ha fatta l’informatore scientifico di 65 anni, in cura nel reparto di rianimazione dell’Annunziata di Cosenza. Originario di Tarsia ma residente a Rende, il Covid-19 gli era stato diagnosticato dopo diversi giorni trascorsi in casa con la febbre. Nel frattempo si registra anche un terzo morto in Regione. Un uomo è deceduto giovedì mattina nel reparto Covid-19 dell’ospedale civile San Giovanni di Dio, dove era giunto nel pomeriggio di ieri in condizioni critiche. L’uomo deceduto in ospedale, a Crotone, aveva 65 anni. Secondo quanto appreso da fonti sanitarie, l’uomo soffriva da tempo di alcune patologie ed era stato ricoverato, in gravi condizioni, nel pomeriggio di ieri.