Casi di Coronavirus nelle province di Pesaro e della Spezia, residente in quarantena a Pisa

419

Si allarga l’emergenza coronavirus. “E’ stato diffuso il risultato positivo di un campione”. Lo fa sapere la Regione Marche. “Il campione, proveniente dalla provincia di Pesaro, sarà inviato al Centro diagnostico di riferimento nazionale dell’Istituto superiore di sanità. Solo al seguito di questo secondo controllo si potrà effettivamente confermare il caso di Nuovo Coronavirus”. Ora “paziente è stato isolato presso il proprio domicilio e si trova in buone condizioni di salute”. In merito al primo caso di coronavirus alla Spezia, il Sindaco Pierluigi Peracchini dichiara quanto segue: “Abbiamo avuto conferma che nella nostra città è risultato positivo al coronavirus una persona residente nella provincia della Spezia che al momento è in buone condizioni ed è già ricoverato all’Ospedale Sant’Andrea. E’ un caso che non desta particolare preoccupazione perché il sistema di controllo e di prevenzione ha funzionato e la situazione è costantemente monitorata. Siamo in stretto contatto con Regione Liguria, Alisa e ASL5 e abbiamo attivato tutti i protocolli previsti in questi casi. Ribadisco che al momento la situazione risulta sotto controllo e non sono attualmente previste ulteriori misure restrittive maggiori rispetto a quelle già messe in atto da Regione Liguria. Per questo, invito la cittadinanza alla calma perché tutte le istituzioni sono in campo e presenti per gestire la situazione. Seguiranno aggiornamenti costanti e vi invito, ancora una volta, a informarvi solo sui canali ufficiali per evitare la diffusione di false notizie che potrebbero generare inutili e dannosi allarmismi”.

Coronavirus, il Sindaco Michele Conti: “Firmata un’ordinanza per disporre la misura della quarantena con sorveglianza attiva per un residente a Pisa”

Nella tarda serata di ieri il Sindaco di Pisa Michele Conti ha firmato un’ordinanza, su proposta dell’Area Igiene Pubblica del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda Usl Toscana nord ovest, per disporre nei confronti di un residente a Pisa la misura della quarantena con sorveglianza attiva. L’ordinanza è stata notificata dalla Polizia Municipale. A quanto risulta il soggetto sembra essere venuto a contatto con l’informatico di Pescia risultato positivo al Coronavirus. L’ordinanza obbliga il soggetto a sottoporsi alla misura della quarantena presso la propria residenza fino al prossimo 6 marzo (quattordicesimo dal giorno del contatto stretto) con sorveglianza attiva svolta dal personale sanitario della USL Toscana Nord Ovest. Viene raccomandata, inoltre, la misura dell’isolamento fiduciario per la stessa durata anche per i soggetti conviventi. “Si tratta di una misura precauzionale – dichiara il Sindaco di Pisa Michele Conti – che ho attuato senza indugio non appena sono stato contattato dal responsabile del Dipartimento di Prevenzione. Si tratta solo di un caso di contatto con un soggetto risultato positivo. Non è il caso di abbandonarsi ad allarmismi, nessuno al momento è risultato positivo al Coronavirus a Pisa. La nostra attenzione è massima”. L’ordinanza è stata firmata in base alle recenti disposizioni normative emanate per contrastare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 mediante l’adozione di misure di contrasto e contenimento alla diffusione di tale virus.