2 modi per pulire il forno a microonde

Probabilmente, sono ancora in molti quelli che non sanno bene come muoversi quando si tratta di pulire il forno a microonde. Questo elettrodomestico infatti, nonostante sia ormai molto diffuso sul mercato come ci mostrano i siti di settore come www.forno-a-microonde.it, rappresenta ancora un’incognita per molte persone, soprattutto per quanto riguarda le metodologie di pulizia.

Proprio come un forno tradizionale, anche quello a microonde ha necessità di una manutenzione attenta e costante, altrimenti si può incorrere in piccoli problemi sia per quanto riguarda il funzionamento sia per quanto concerne la qualità dei cibi preparati.

Naturalmente, esistono molti prodotti specifici in commercio realizzati per la pulizia del forno a microonde; per coloro che prediligono un approccio naturale, è utile continuare a leggere questo articolo per scoprire 2 modi per pulire il forno a microonde in maniera semplice e senza rischi per la salute.

Pulire il microonde con limone, acqua ed aceto

Limone e aceto sono due ingredienti naturali la cui azione detergente è ormai universalmente riconosciuta.

Per preparare una soluzione detergente per il forno a microonde con questi elementi, è sufficiente versare 240 ml di acqua in un contenitore per microonde e procedere con l’aggiunta di 2 o 3 fette di limone e di 1 cucchiaio di aceto (bianco o di mele).

Nel caso il forno emanasse cattivi odori, è possibile aggiungere a tale soluzione anche 1 cucchiaio da minestra di bicarbonato di sodio, un vero e proprio deodorante naturale.

Quando la miscela è pronta, è sufficiente inserire il contenitore con acqua, aceto, limone e bicarbonato all’interno del microonde e lasciar scaldare per circa 4 minuti, in modo che i vapori emessi possano sciogliere delicatamente lo sporco.

Prima di riaprire lo sportello, è opportuno lasciar trascorrere almeno 5 minuti.

Dopo che questo lasso di tempo è trascorso, è possibile rimuovere il contenitore e procedere con la pulizia manuale del forno con una spugnetta o un panno in microfibra.

Dato che il forno a microonde tende a sporcarsi soprattutto sui lati e sul fondo, è opportuno dedicare particolare attenzione a queste zone del dispositivo ed assicurarsi che siano davvero igienizzate.

Naturalmente, la soluzione di acqua, limone, aceto e bicarbonato, può essere utilizzata anche per inumidire la spugnetta e rendere ancora più efficace la pulizia.

Per un risultato ottimale, è opportuno ripassare tutte le superfici interne ed esterne del forno con un panno asciutto, al fine di evitare la formazione di macchie di umidità.

Rimuovere le macchie persistenti dal forno a microonde

Capita a volte che sulle pareti interne e sul piatto girevole del forno a microonde si formino delle macchie particolarmente resistenti a qualsiasi tipo di pulizia.

Esistono, però, due rimedi semplici ed efficaci che consentono di sbarazzarsi dello sporco ostinato con estrema rapidità.

Il primo rimedio, sfrutta il potere del già citato bicarbonato di sodio; per prepararlo, è sufficiente mescolare insieme una quantità abbondante di bicarbonato con acqua di rubinetto al fine di ottenere una pasta densa e omogenea. Questa pasta va strofinata con un panno sulle aree particolarmente sporche prima di procedere con la normale pulizia.

Il secondo rimedio è indicato soprattuto per coloro che sono in possesso di un vecchio forno a microonde che, a causa dell’utilizzo prolungato, può aver sviluppato delle antiestetiche macchie gialle di unto.

In questo caso, basta utilizzare qualche goccia di solvente per le unghie su un batuffolo di cotone che dovrà essere strofinato direttamente sulle macchie.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin