Carlo Ancelotti è il nuovo allenatore dell’Everton

230

Dopo la burrascosa chiusura con il Napoli, Carlo Ancelotti torna in Inghilterra. Il mister ha accettato l’offerta dell’Everton. Una settimana dopo l’esonero dal Napoli, otto anni dopo aver dato l’addio al Chelsea, l’ex tecnico di Milan e Real Madrid sta per tornare in Premier League. Ancelotti si accomoda sulla panchina di una nobile decaduta, la seconda squadra di Liverpool. L’Everton può vantare nove titoli nazionali, ma che ormai non vince da più di 30 anni (1987). Quest’anno sta vivendo una delle sue stagioni più difficili: 16/o posto, con 18 punti dopo 17 giornate, tre lunghezze sopra la zona retrocessione. Due settimane fa ne ha pagato le conseguenze il tecnico spagnolo Marco Silva, esonerato dopo la figuraccia rimediata nel derby contro il Liverpool. Al suo posto è stato promosso ad interim una leggenda di Goodison, Duncan Ferguson. Che nelle ultime due giornate ha raccolto quattro punti (vittoria contro il Chelsea, pareggio all’Old Trafford). Mercoledì sera siederà lui in panchina, nei quarti di Coppa di Lega, contro il Leicester. Poi lascerà il posto ad Ancelotti, deciso a trasferirsi nel Merseyside dopo l’incontro con il proprietario Farhad Moshiri. Dopo 15 anni alla guida di top-team, dunque, Ancelotti ricomincia (nel suo decimo club da allenatore) con l’obiettivo di conquistare una salvezza tutt’altro che scontata. Magari riuscendo anche a rianimare l’attaccante italiano Moise Kean, che finora a Liverpool si è distinto più per la sua indisciplina che non per i gol, zero in 349 minuti, solo due volte titolare.