Verona-Torino 3-3, un pareggio che brucia per i granata

115

“Quella di oggi rientra tra le partite incredibili che non si riescono a spiegare, noi abbiamo giocato una delle migliori gare degli ultimi 2-3 anni fino al 3-0. Poi è successo un po’ di tutto, per come stavamo giocando credevamo di segnare ancora e chiudere con 4-5 reti all’attivo: con una serie di sciocchezze ci siamo complicati la vita da soli e abbiamo buttato via i tre punti”. E’ arrabbiatissimo Walter Mazzarri dopo la clamorosa rimonta dell’Hellas, che in 15’ (tra il 69’ e l’84’) ha rimontato lo 0-3 interno chiudendo in parità. “Sono proprio incavolato, lasciamo perdere. Non voglio parlare degli arbitri, valutate voi quello che è successo nel secondo tempo in occasione del rigore di Pazzini. Guardate la partita intera, non solo il rigore che ci ha dato: mi riferisco in particolare a come sia stato diretto il match nel secondo tempo, non ho voglia di perdere tempo su questo – ha proseguito l’allenatore dei granata -. Sui due gol subiti, eccezione per il rigore, bastava mantenere la linea: non eravamo messi bene né sul 2-3 né sul 3-3, non mi spiego il motivo”. Mazzarri ammette gli errori del Toro. “Siamo stati attenti a tutto fino al 3-0, poi abbiamo dilapidato il triplo vantaggio con degli errori madornali. Se si gioca così, non regaleremo punti a nessuno: oggi abbiamo fatto un primo tempo da manuale con gioco, pressing e le due fasi alternate molto bene. Non abbiamo subito nulla dal Verona e abbiamo spinto continuamente, non aver preso i tre punti è una vera e propria beffa. Siamo vicini a Natale, abbiamo voluto regalare dei punti per beneficenza”.