Villongo. La studentessa di 19 anni non è morta per meningite

Il direttore generale degli Spedali Civili di Brescia Gianmarco Trivelli ha specificato che ad uccidere l’universitaria di Villongo “non è stata meningite, ma una infezione generalizzata fulminante non prevedibile”.

“Il liquor era pulito e le meningi intatte. Il batterio all’origine di questa infezione è il meningococco di tipo C”. Lo ha detto  parlando della studentessa di 19 anni morta nella notte di lunedì dopo un malore accusato sui banchi dell’università.

Dopo l’autopsia, il sostituto procuratore Lorena Ghibaudo ha firmato il nullaosta alla sepoltura. “Domani Veronica torna a casa”, ha detto la mamma della ragazza. I funerali saranno celebrati lunedì alle 14.30 a Villongo, nella Bergamasca.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin