Firenze. Progetto Assertività: gestire lo stress per lavorare e vivere meglio

Nella mattinata di mercoledì 27 novembre si è svolto, presso l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche di Firenze, il seminario “Progetto Assertività: gestire lo stress per lavorare e vivere meglio”, Organizzato da Il Miller, scuola di specializzazione in psicoterapia cognitivo-comportamentale con sedi a Genova e Firenze e rivolto al corpo di Polizia di Firenze, con il patrocinio di UIL Sicurezza. La collaborazione tra l’Istituto Miller e la polizia deriva da un ambizioso progetto sullo stress lavoro correlato uno dei problemi maggiormente sentiti nelle società più sviluppate, in cui si pone attenzione al benessere individuale oltre che a quello collettivo.

La professione di agente di polizia rientra tra le attività lavorative psicologicamente più stressanti, come già riconosciuto dalla letteratura internazionale. Gli appartenenti ai vari corpi di polizia svolgono un ruolo rilevante per il mantenimento della pubblica sicurezza e dell’ordine sociale. Essi affrontano pericoli, violenze e, talvolta la morte, mentre la società si aspetta da loro la garanzia del mantenimento dell’ordine pubblico. Gli agenti sono in uno stato di costante allerta, specie coloro che operano in determinati reparti operativi. Infatti essi possono essere esposti quotidianamente a possibili situazioni conflittuali, pericolose e traumatiche. Stando ai dati forniti da fonti sindacali (Silp-Cgil), “dall’inizio dell’anno ad oggi i casi di suicidio nell’ambito delle forze di polizia in Italia sono fortemente aumentati”. Le cause che concorrono a generare l’aumento dei suicidi tra le forze dell’ordine sono numerose; al di là di problemi personali, a gravare sui poliziotti sono molti “fattori invisibili” che generalmente si vanno a sommare, quali sovraccarico di lavoro, crescente violenza, mancato riconoscimento del proprio operato e lontananza da casa.

È piuttosto difficile che un agente di polizia esprima apertamente il proprio malessere psicologico e richieda un aiuto professionale, a causa dei provvedimenti restrittivi che riguardano il ritiro dell’arma e la sospensione dal lavoro che implica anche l’assenza di stipendio. Il seminario è stato aperto con i saluti da parte del questore della città Armando Nanei.

La prima relazione, tenuta dal prof. Emilio Franceschina, direttore scientifico dell’Istituto Miller, ha trattato gli aspetti teorici dello stress, le principali fonti di stress e come è possibile prevenirlo o intervenire su di esso. Durante la seconda parte del seminario, la dott.ssa Susanna Pizzo, responsabile e direttrice didattica dell’Istituto Miller, ha introdotto il concetto di assertività, mettendo in evidenza come la comunicazione assertiva possa influenzare positivamente il benessere personale e relazionale dell’individuo.

Nella parte finale dell’incontro, il dott. Igor Dodig, coordinatore della sede di Firenze dell’Istituto Miller, ha presentato lo sportello di ascolto che è stato attivato per dare voce a qualsiasi tipo di problematica avvertita dagli agenti di polizia, in un contesto di privacy e con facilitazioni anche sul piano economico. Lo sportello è già attivo, un professionista del Miller sarà sempre a disposizione, chiamando al seguente numero: 349.3110920.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin