Ottobre da record per l’aeroporto Sant’Anna: notevole incremento (+82%) sul traffico passeggeri. On. Flora Sculco: lo scalo pitagorico si conferma una scommessa vincente

I cittadini crotonesi da troppi anni pagano pegno allo spostamento con il Nord Italia. I treni a lunga percorrenza sono un lontanissimo ricordo e non s’intravede a breve il ripristino per l’assenza dell’elettrificazione. L’unica soluzione per lunghi spostamenti la ripresa dell’attività dell’aeroporto Sant’Anna. La continua protesta del Comitato “Crotone Vuole Volare” affiancato da tutti i cittadini del territorio ha dato esito positivo. Gli aerei da e per il Sant’Anna (Bologna-Bergamo) un vero successo di passeggeri come ha dichiarato il consigliere regionale Flora Sculco.
“I dati lo confermano – ha dichiarato Flora Sculco – l’aeroporto Sant’Anna deve continuare ad essere attivo! Nel mese di ottobre lo scalo pitagorico ha registrato un +82,7% sul traffico dei passeggeri ed un incremento dei movimenti del +103,7%, numeri da capogiro che non lasciano dubbi sulle potenzialità e sulla necessità che l’aeroporto continui ad essere operativo.
Nel 2019 i passeggeri che hanno scelto Crotone sono stati 148.644 con una variazione del +106,8%, solo questi dati dovrebbero essere sufficienti a convincere, se ce ne dovessero ancora essere, gli scettici.
Crotone è uno snodo importante per la Calabria e l’aeroporto pitagorico fa e dovrà continuare a fare la differenza nel sistema delle infrastrutture regionali. Siamo passati dalla sciagurata chiusura dello scalo alla riapertura e potenziamento, con voli anche esteri, e la previsione per il prossimo anno di un ulteriore incremento delle tratte”.
I collegamenti attuali per Bergamo e Bologna, il volo operativo fino allo scorso mese per Norimberga, e la programmazione dello stesso per il prossimo anno a partire da marzo, la conclusione positiva della conferenza di servizi per il riconoscimento della continuità territoriale con conseguente aggiunta dei voli da e per Roma, Torino e Venezia. Se tutto questo avverrà, sarà il completamento di un lavoro all’indirizzo della collettività anche quella commerciale e turistica.
La vicenda aeroporto conferma ancora una volta che i risultati si possono ottenere con l’impegno e la dedizione di tutti gli attori istituzionali e politici del territorio, ed in questo caso la sinergia tra la Regione Calabria, l’amministrazione comunale di Crotone, e anche, nonostante i momenti di critica e attrito che pure ci sono stati, con la rappresentanza parlamentare del territorio hanno consentito alla città di guardare al futuro con speranza.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin