L’Alto Adige pedala: premiati i 43 vincitori del cicloconcorso

149

Tra tutti i 1.859 partecipanti al concorso L’Alto Adige pedala che, tra marzo e novembre 2019, hanno percorso più di 100 km. recandosi al lavoro in bicicletta, sono stati estratti a sorte 43 vincintori. A loro nella manifestazione conclusiva del cicloconcorso, tenutasi a Bolzano, sono stati consegnati i premi: da un viaggio in bicicletta a soggiorni in alberghi o centri wellness. “Se intendiamo pensare in modo nuovo la mobilità, allora non possiamo fare a meno di comprendere la bicicletta nelle nostre riflessioni”, sottolinea l’assessore provinciale Daniel Alfreider , il quale aggiunge che “la bicicletta costituisce una valida alternativa alle strade intasate che consente di raggiungere la meta in modo più rapido e rilassato. Inoltre, andare in bicicletta consente di risparmiare denaro e di agire in favore della salute personale e collettiva. Il ciclo-concorso costituisce un bello stimolo per passare alla bicicletta e compiere i propri giri quotidiani su questo mezzo sostenibile”. Il concorso L’Alto Adige pedala dimostra di essere sempre più un’iniziativa per tutte le età. “Tra il concorrente più giovane e quello più anziano vi è una differenza di 83 anni di età, ma uguale è la gioia nel muoversi in bicicletta”, fa presente Harald Reiterer, coordinatore di Green Mobility presso la STA – Strutture trasporto Alto Adige Spa. L’azienda più virtuosa tra quelle partecipanti si è rivelata essere la Peer di Frangarto. “Oltre la metà dei dipendenti ha partecipato al cicloconcorso assicurandosi il primo posto nella categoria aziende fino a 50 addetti”, sottolinea Reiterer. L’associazione degli albergatori HGV si è, invece, aggiudicata il titolo di newcomer dell’anno dal momento che i suoi dipendenti hanno totalizzato 29.987 km. in bicicletta.