Fenomeno Van life – Lo stile di vita per chi ama viaggiare

Allontanarsi dallo stress della vita quotidiana è un sogno che accomuna sempre più persone che sono sempre più affascinate dal fenomeno Van Life. Di cosa si tratta? Di uno stile di vita on the road, tipico di chi ama viaggiare e nella più assoluta libertà. Vediamo quindi di cosa si tratta con questo articolo scritto in collaborazione con il portale specializzato in accessori per camper van-life.it.

Van Life: le origini

Oggi si parla sempre più di questo stile di vita, tipico di chi viaggia e lavora girando il mondo col il proprio camper. Una filosofia di vita amata da chi è solito andare controcorrente ed ha una mentalità a metà tra il ribelle ed il sognatore, tipica di colui che non avrebbe alcun problema nel ripartire ogni volta da zero.

Tuttavia, le origini di questa pratica, seppur con sfaccettature assai diverse da quelle attuali, risalgono ad oltre un secolo. Teatro? Gli Stati Uniti d’America. La pratica era nota come wandwelling. In chiave moderna, è piuttosto forte l’immagine dei van contraddistinti da uno stile vintage e dalla presenza dei pannelli solari, fondamentali per alimentare gli elettrodomestici collocati all’interno. Il Volkswagen Transporter, prodotto dal 1949 dalla casa tedesca, è divenuto con il passare degli anni una vera e propria icona.

Poi, questo stile di vita si è diffuso a macchia d’olio nell’Europa Settentrionale e, al giorno d’oggi, sta iniziando a fare capolino anche in Italia.

In cosa consiste la Van Life?

Il concetto di casa tradizionale, sta venendo sempre meno. Viaggiare, inoltre, è un’esperienza di vita che arricchisce l’essere umano come poche altre sono in grado di fare. Ecco perché, che si opti per viaggiare con la famiglia o da soli, la Van Life inizia ad essere una realtà dei fatti sempre più evidente: il mezzo di trasporto diventa abitazione, consentendo ai diretti interessati di scappare dal trambusto della città e di fuggire dai rumori delle metropoli.

Quali sono i vantaggi concreti della Van Life?

Sposare questa filosofia non vuol dire automaticamente dire addio a tutte le comodità della vita. Essere sempre in viaggio, visitare posti nuovi, essere totalmente liberi senza dipendere da un unico luogo è cosa che aggrada sempre più persone.

In termini economici, inoltre, va evidenziato come vivere in un camper o in un van è sinonimo di risparmio: non ci sono costi per l’affitto, per le bollette, per le ristrutturazioni.

Diventare Van Lifer si può

Non ci sono requisiti per diventare un Van Lifer: né di sesso, né di età, né di condizione socio-economica. Basti pensare che inizialmente i Van Lifer altro non erano che lavoratori stagionali che volevano godersi appieno il periodo di riposo.

Oggi diventare Van Lifer è ancora più semplice, specie per chi lavora in remoto, servendosi di pc e di una connessione ad internet. Perché non sfruttare una bella occasione come questa? Per chi, almeno una volta nella vita, ha pensato di mollare tutto e di non voler più correre di continuo, la Van Life potrebbe rappresentare la soluzione di tutti i mali.

Il ruolo strategico dei social network

È indubbio che i social network, Instagram su tutti, hanno giocato un ruolo strategico tra gli amanti della Van Life. Gli splendidi scatti mozzafiato di paesaggi negli angoli più remoti del mondo hanno un fascino imperituro che ha saputo catturare l’attenzione di un numero crescente di fan.

Inoltre, temi come la libertà, il rispetto dell’ambiente, la pace dei sensi e la cura degli animali (tanti i cani e i gatti che occupano il loro spazio all’interno dei camper) vanno incontro ad una maggiore attenzione da parte dei mass media. Comunque non c’è social migliore di Instagram nel narrare le avventure di chi vive quotidianamente la Van Life: le spiegazioni non servono, quando si tratta di vedere scatti di tramonti, di aurore, di paesaggi naturali unici.

Conclusioni

Comprendere il significato della Van Life comporta la revisione del proprio stile di vita, puntando tutto sullo spirito di adattamento, sulla creatività e sulla rinuncia a tutto quello che viene catalogato come superfluo.

Per saperne di più su questa filosofia di vita, basta digitare l’hashtag #vanlife su uno qualsiasi dei social network. C’è solo da stare in silenzio e da ammirare tanti splendidi scatti fotografici.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin