Cuneo. Il notaio Mario Musso morto annegato a Cannes

230

Un grave lutto ha colpito Cuneo. Colto da malore mentre faceva un bagno, è annegato nella baia di Cannes, Mario Musso, 78 anni storico notaio cuneese. Il decesso è avvenuto in una spiaggia privata della Croisette, nel centro turistico della Costa Azzurra, dove si trovava in vacanza con i familiari. Il notaio era entrato nel mare da pochi minuti, quando avrebbe perso i sensi, finendo con il capo riverso all’ingiù e sott’acqua. I familiari dalla spiaggia avrebbero dato l’allarme. Inutili i tentativi di rianimazione del personale di soccorso. La salma è stata trasferita all’obitorio di Cannes, in attesa del nullaosta per il rimpatrio in Italia. Non si esclude l’autopsia per chiarire le cause della morte. Originario di Cuneo, Mario Musso aveva frequentato il liceo classico “Giuseppe Peano” del capoluogo, quindi si era laureato in Giurisprudenza all’Università di Genova. Appassionato di Legge, seguendo le orme del padre Michele e del fratello maggiore Giuseppe, aveva superato il concorso da notaio, aprendo nel 1983 uno studio a Borgo San Dalmazzo, poi trasferito nel 1990 a Cuneo, in via Asilo. Mario Musso era socio del Rotary Club di Cuneo, e frequentava spesso anche il Country Club di viale degli Angeli. Lascia la moglie Laura, i figli Filippo (farmacista), Federica (dottoressa in Legge), la sorella Maria Luisa (ex farmacista, vedova del chirurgo Carlo Semeria) e Carlo (ingegnere).