Sihanoukville. Crollo palazzina: morti, feriti e dispersi

229

Almeno tre persone sono morte per il crollo di un edificio in costruzione in un resort balneare cambogiano. L’edificio di 7 piani si trova nei pressi della spiaggia di Sihanoukville ed è di proprietà di una compagnia cinese. La struttura è crollata con i lavoratori all’interno. “Abbiamo tirato fuori un corpo e abbiamo visto altri due corpi ancora bloccati tra i detriti” ha dichiarato Yun Min, il governatore della provincia di Preah Sihanouk, aggiungendo che 13 persone sono rimaste ferite. Le foto mostrano gli escavatori che scavano nei detriti appiattiti. “Ci sono più di 30 persone nella pila di detriti dell’edificio” ha affermato il ministro dell’Informazione Khieu Kanharith in un post di Facebook, citando testimoni. Tutti i morti erano cambogiani, inclusi due lavoratori e un traduttore. Sihanoukville era una comunità di pescatori prima di essere apprezzata dai viaggiatori occidentali e dai vip russi. Negli ultimi anni, gli investimenti cinesi sono stati importanti, stimolando un boom edilizio in una località turistica nota per i suoi casinò che attraggono turisti continentali. Ci sono all’incirca 50 casinò di proprietà cinese e decine di complessi alberghieri in costruzione. Tra il 2016 e il 2018, 1 miliardo di dollari USA è stato investito dal governo cinese e dalle imprese private nella provincia di Preah Sihanouk, secondo le statistiche ufficiali.