Di Maio ha paura di essere mollato da Salvini: il Governo cade

150

Luigi Di Maio è sotto nei sondaggi. L’onda grillina si è sgonfiata fino al 25-26%. E di questo passo andrà sotto il 20%. Un’estinzione inevitabile, legata anche al bluff elettorale, alle favole raccontate. Ai danni fatti all’economia italiana con leggi dannose e proclami micidiali e fuori luogo. Alla favola del reddito di cittadinanza non crede più nessuno. E ora che Matteo Salvini è stufo dei grillini, il politico napoletano prova ad intimorirlo. Se “Salvini ci molla per B. si suicida” dichiara al Fatto Quotidiano. Secondo il grillino “la sinistra non esiste più e il Pd è il partito delle lobby, senza identità”. Quanto al Centrodestra, “Forza Italia e Fratelli d’Italia sono assolutamente sovrastimati (…) sono già stati assorbiti dalla Lega”. Quanto alla manovra, “c’è una trattativa in corso” si difende. “Vogliamo evitare la procedura d’infrazione, ma senza tradire le promesse fatte agli italiani”. Di Maio teme il ritorno alle urne e la rabbia degli elettori che si sono illusi con la barzelletta della decrescita felice.