I grillini perdono pezzi: Matteo Dell’Osso passa a Forza Italia

Promesse non mantenute. Così il deputato Matteo Dall’Osso passa dai grillini a Forza Italia. Il parlamentare, malato di Sla, denuncia: “Prima mi hanno usato, poi mi hanno preso in giro, non posso più restare con i 5 stelle. Lascio il gruppo e aderisco a FI. Mi sono sentito solo, in parte tradito, umiliato. E mi sono sentito disabile. Mi hanno trattato male”. La decisione dopo è arrivata dopo la bocciatura di alcune sue proposte a favore dei disabili.

A Il Giornale il neo azzurro spiega che “in commissione Bilancio ho chiesto al gruppo M5s di firmare il mio emendamento” che potenziava il fondo per i disabili. “Ma dai banchi del governo è stata data indicazione negativa, così ho deciso di proseguire grazie alla sottoscrizione di tutte le opposizioni”.

“A seguito del mio intervento e di un accorato appello, l’emendamento è stato accantonato con parere favorevole. Ma nella seduta di martedì 4 – evidenzia – quell’emendamento è stato bocciato. L’ho appreso dal verbale della seduta”. Motivo della bocciatura è la “mancanza di coperture economiche. Ma parliamo di 10 milioni di euro per tre anni, considerato che Roma da sola soffre una mancanza di 2 milioni solo per quest’anno a causa di permessi per falsi invalidi”, spiega. “Penso che Forza Italia, per i valori di libertà e solidarietà che promuove e l’attenzione verso le categorie più deboli quali i bambini orfani, possa garantire l’attenzione verso i disabili”, conclude Dall’Osso.

Lascia un commento