Salvini invita i grillini al realismo: il contratto va cambiato

Matteo Salvini detta la linea e invita i grillini ad adeguarsi agli interessi dell’Italia e abbandonare la strada delle favole elettorali. Rivedere il contratto di governo? “Si potrà fare” apre il leader della Lega.

E’ una sorta di prendere o lasciare. Il partito di via Bellerio ha preso il controllo del Governo ed è cosciente che i grillini non possono permettersi di tornare alle urne. Un nuovo voto farebbe sgonfiare Di Maio sotto la soglia del 20%. Gli italiani hanno compreso che il M5S ha fatto promesse irrealizzabili e non ha le capacità di Governare. Gli elettori attendono al varco i grillini. Hanno punito già altri partiti, ora sono pronti a farlo con un movimento che sta facendo danni all’Italia.

“Magari quello che abbiamo stabilito a maggio del 2018, a settembre del 2020 va ri-tarato” spiega il vice premier e ministro dell’Interno Matteo Salvini al forum dell’Ansa. Per la prima volta il Capitano mette ufficialmente in mora Luigi Di Maio. Parla di rimettere mano al contratto. L’ultimo motivo di scontro è l’ecotassa, voluta dagli oltranzisti grillini e invisa alla Lega e agli italiani. Il Governo cadrà. Questione di giorni o settimane. La colpa ricadrà sui grillini e il centrodestra tornerà al potere con o senza le urne. Cosa farà Di Maio? Si adeguerà o sarà l’artefice della demolizione dell’illusione grillina?

Lascia un commento