Piazzetta dello Sprone: luogo storico restituito alla città di Firenze

Un luogo storico di Firenze, che ospita una casa torre del XIII secolo e sul quale si affaccia un condominio progettato dal celebre architetto Giovanni Michelucci nel 1954, per decenni in stato di degrado e incuria, è stato riqualificato e donato alla città, diventando un posto aperto a tutti, dove concedersi una piacevole sosta. Si tratta di piazzetta dello Sprone, a due passi da Ponte Vecchio e da piazza della Passera, nel cuore dell’Oltrarno fiorentino.

Lo spazio, una specie di cortile all’interno dei palazzi, diventato col tempo un posto di spaccio e un ricovero di fortuna per senzatetto, si presenta ora, dopo un attento lavoro di riqualificazione, estetica e funzionale, una vera e propria piazzetta con tanto di sedute, piante e rastrelliere per le biciclette.
Il restauro si è sviluppato nel rispetto della piazza, in linea con elementi importanti qui presenti come la casa torre medievale del XIII secolo e il condominio progettato da Giovanni Michelucci nel 1954. Nella piazzetta sono state inserite varie piante in vaso, di diverse forma e dimensione, con alcune pedane. Ridando ampiezza e pulizia al passaggio, si è migliorata la qualità della vista verso la casa torre. Le fioriere, realizzate in ferro/corten, con piante sempre verdi, creano un invito al flusso pedonale. Questa è l’unica zona della piazza direttamente visibile da via dello Sprone, attraverso il “cannocchiale” visivo del passaggio coperto.

La riqualificazione è stata sostenuta interamente da Ditta Artigianale Srl che qui nel 2016 ha aperto una caffetteria con cucina, dedicata al ‘consumo consapevole di caffè’. Tante le proposte per valorizzare questo spazio: progetti culturali, musicali e di alto artigianato, laboratori per bambini, concerti di musica classica.

Lascia un commento