Ufficiale: sarà una Brexit a tappe entro il gennaio 2021

Londra ha deciso collegialmente di adottare la bozza d’accordo sulla Brexit definita a Bruxelles. Lo ha annunciato la premier Theresa May dopo ore di riunione con i suoi ministri, precisando che non è stata una decisione “leggera”, ma difendendo il testo come il migliore possibile “nell’interesse nazionale”. Secondo May, la bozza consentirà a Londra di “recuperare il controllo”. “Questo è decisamente nell’interesse nazionale, è un accordo che mantiene le promesse del referendum”, “la decisione protegge il lavoro e l’unione”, ha detto la prima ministra britannica, annunciando la luce verde del governo. May ha parlato anche di “un lungo, dettagliato e acceso dibattito” con i ministri, definendo l’intesa come il “risultato di negoziati molto difficili, di lunghi incontri in questi ultimi due anni”. “Questa è una decisione che arriverà sotto intenso controllo, è stata presa per costruire un futuro per il Paese”, ha aggiunto ancora.

Le prossime tappe

Potrebbe essere il 25 novembre il giorno da cerchiare in rosso per la certificazione politica del patto di divorzio consensuale tra Unione europea e Regno Unito. La data del summit Ue straordinario, nel giorno del via libera del gabinetto di Theresa May al piano d’accordo, è stata evocata dal premier irlandese Leo Varadkar durante il suo discorso in Parlamento a Dublino, ed è un appuntamento cruciale.

25 novembre 2018 – Possibile summit straordinario della Ue per l’ok dei 27 all’accordo.

Entro il 29 marzo 2019 – Procedure di ratifica da parte dei 27, delle istituzioni Ue e, soprattutto del Parlamento britannico, dove i numeri non sono affatto scontati.

Mezzanotte del 29 marzo 2019 – Scatta la Brexit, parte il periodo transitorio di 21 mesi dove Londra continuerà ad applicare le regole Ue ma non avrà più potere decisionale, e si avviano i negoziati per gli accordi commerciali tra Gb e gli altri Paesi.

31 dicembre 2020 – Fine del periodo transitorio (a meno che i negoziatori non chiedano altro tempo), cessa l’applicazione del diritto Ue in Gran Bretagna.

1 gennaio 2021 – La Gran Bretagna è a tutti gli effetti un Paese Terzo.

Lascia un commento