Midterm Usa: gli americani sono ancora con Donald Trump

Donald Trump dovrà sudare tanto per essere rieletto. Gli USA sono una Nazione divisa tra trumpiani e anti tycoon. Le elezioni di Midterm né bocciano Donald Trump né promuovono i suoi avversari. Il Congresso dovrà però fare i conti con il successo dei democratici alla Camera dei rappresentanti. Mentre il Senato rimane in mano repubblicana. Negli Stati dove nel 2016 il presidente ha vinto con margini a due cifre, i senatori democratici uscenti hanno subito dure sconfitte. Tengono le roccaforti trumpiane, un segnale che la rielezione è possibile.

“Solo cinque volte negli ultimi 105 anni un presidente in carica ha vinto seggi al Senato nelle elezioni midterm – rivendica Stein nella dichiarazione riportata da Trump -. Trump ha del magico. Quest’uomo ha la magia che gli esce dalle orecchie. E’ un sorprendente acchiappavoti. I repubblicani sono incredibilmente fortunati ad averlo ed io sono solo stupito di quanto bene abbiano fatto. Tutto grazie alla magia di Trump. Trump è l’uomo magico. Incredibile, ha tutti i media contro di lui, che lo attaccano ogni giorno, e riesce a conseguire queste enormi vittorie”.

A partire dalle 6 del pomeriggio, la mezzanotte italiana, si sono chiusi i seggi in decine di Stati chiamati ad eleggere tutti i 435 membri della Camera dei rappresentanti e un terzo dei 100 membri del Senato, 35 senatori, più 36 governatori. In alcuni Stati il conteggio dei voti potrebbe richiedere anche alcuni giorni e in alcuni casi un ballottaggio alla fine di novembre.

Lascia un commento