Milano. In città Wadih Saadeh padre della poesia araba

Appuntamento di respiro internazionale domani a Milano. Il poeta libanese Wadih Saadeh, padre della poesia araba, domani sarà alla Casa araba protagonista dell’evento Sulle ali della stessa nuvola – Letteratura e identità, il primo dei nove appuntamenti de La città plurale, un ciclo di eventi culturali realizzati dall’Ufficio Reti e cooperazione culturale del Comune di Milano insieme all’associazione MilanoFestivalLetteratura e alle comunità internazionali della città. Wael Farouk, docente di Lingua e cultura araba all’Università Cattolica di Milano introdurrà Wadih Saadeh con l’accompagnamento musicale del musicista e professore di lingua araba all’Università Cattolica di Milano Hani Gergi.

Il poeta Wadih Saadeh, nasce in Libano nel 1948. Ha lavorato come giornalista per la stampa araba a Beirut, Londra e Parigi, fino a Sidney dove oggi risiede. La sua raccolta più celebre è Per colpa di una nuvola probabilmente. “L’esperienza della guerra e dell’immigrazione – scrive di lui Wael Farouk – non ha intaccato la sua anima. Nel suo esilio ai margini del mondo, ai margini della poesia dà forma alle sue nuvole. Vi soffia dentro la sua anima e le spedisce al di là del grande oceano, dove lasciano cadere su di noi una pioggia di poesia dolce come la rugiada del mattino dentro un fiore o salata come la lacrima di una vecchia dal corpo inaridito oppure simile all’acqua e alle ombre, sfuggente e impossibile da richiudere in una forma”.

La città plurale si svolgerà nel periodo tra ottobre 2018 e luglio 2019 ogni ultimo martedì del mese. In ciascuno dei nove municipi di Milano verranno organizzati eventi in collegamento con le comunità internazionali che operano nel territorio. Si uniranno così percorsi di musica, letteratura, arti visive, danza e altre arti performative e ogni incontro sarà un faro acceso su una delle culture che contribuiscono a rendere viva, moderna e poliedrica la città di Milano. Le comunità si racconteranno in prima persona attraverso scritti, poesie e musica. Dall’Armenia al Perù, dall’Eritrea alla Romania, dalla Comunità Rom a quella Filippina, passando dall’Albania e dalla Siria.

La città plurale è coordinata dall’Ufficio Reti e cooperazione culturale del Comune di Milano. L’Ufficio Reti promuove una serie di attività culturali che rientrano nel programma Città Mondo. Il fine è quello di organizzare, stimolare e promuovere attività culturali che abbiano come protagoniste le comunità internazionali presenti a Milano. Città Mondo promuove l’integrazione, la contaminazione culturale, la curiosità verso l’altro e tolleranza, uno spazio deputato al dialogo interculturale e alla promozione di progetti, attività e iniziative rivolte all’intera cittadinanza. La Casa araba è un centro sociale, culturale e di servizi senza scopo di lucro aperto da alcune associazioni rappresentative della comunità araba a Milano.

Lascia un commento