Milano. Attestati di frequenza agli studenti dei soggiorni studio all’estero

Un’esperienza didattico-formativa e l’occasione per i ragazzi di stringere nuove amicizie, conoscere realtà diverse e, non ultimo, condividere con altri giovani l’appartenenza all’Europa. A Palazzo Marino, in Sala Alessi, il Presidente del Consiglio Comunale, Lamberto Bertolé, e il Presidente della Commissione Affari Internazionali Post Expo e Politiche Europee, Carmine Pacente, hanno consegnato agli studenti delle scuole secondarie milanesi gli attestati di partecipazione ai corsi di lingua che si sono tenuti quest’anno durante i soggiorni studio all’estero.

Il 13 novembre sarà la vice Presidente Beatrice Uguccioni a concludere gli incontri con i ragazzi che hanno frequentato i corsi organizzati dalla Presidenza del Consiglio comunale durante l’estate 2018. Numerosa anche quest’anno la partecipazione degli studenti milanesi all’iniziativa che si rinnova da molti anni e che nei mesi di giugno e luglio ha consentito a 250 ragazzi della città di migliorare la conoscenza della lingua inglese, tedesca, francese o spagnola, frequentando corsi a Cambridge, Dublino, Edimburgo, Carlingford, Rush, York, Cipro, Salamanca, Francoforte, Lione (le ultime due gemellate con Milano).

I soggiorni studio all’estero e le esperienze di gemellaggio tra città, come sottolineato dai rappresentanti del Consiglio comunale in occasione degli incontri con gli studenti, costituiscono per i giovani un momento formativo e di accrescimento di conoscenze linguistiche e culturali. Potranno rivelarsi prezioso per il loro percorso di crescita, oltre ad essere un’occasione importante per riconoscersi cittadini europei.

Lascia un commento