Dopo 14 anni addio a Sergio Marchionne. Al suo posto Michael Manley

Finisce un’era durata 14 anni. Con mesi di anticipo rispetto alla data prevista, Sergio Marchionne lascia il ruolo di amministratore delegato di Fca. John Elkann, presidente di Fiat Chrysler Automobiles, ha designato al suo posto Mike Manley.

Le condizioni di Marchionne, dopo l’intervento alla spalla destra a Zurigo, sono ancora critiche e John Elkann ha dovuto dunque convocare d’urgenza al Lingotto, nel pomeriggio di sabato, un board straordinario per nominare il suo successore. Con l’uscita di Marchionne da Fca si chiude un’epoca.

Manley, 54 anni, nato in Gran Bretagna, era ceo del marchio Jeep e responsabile del brand Ram. Dal 2011 è membro del Group Executive Council (Gec) di Fca.  In queste ore sono in corso anche i consigli di amministrazione — convocati d’urgenza — di Ferrari e Cnh industrial. Il sito specializzato Automotive News, nella notte, anticipava la nomina di un nuovo amministratore delegato per Ferrari — Louis Carey Camilleri, membro del board — mentre la carica di presidente dovrebbe essere ricoperta da John Elkann. Entrambe le cariche erano attualmente ricoperte dallo stesso Marchionne, che non aveva mai annunciato l’intenzione di lasciare i suoi ruoli in Ferrari. Se le indiscrezioni di Automotive News venissero confermate, significherebbe che le condizioni di salute del manager gli impediscono di tornare al lavoro a breve.

Lascia un commento