Roman Abramovich porta Antonio Conte in tribunale: “cattiva gestione di Diego Costa”

Incredibile ma vero. Il magnate russo del Chelsea vuole risparmiare sull’esonero di Antonio Conte e per farlo intende portare l’italiano in tribunale. Un precedente davvero increscioso che potrebbe però ritorcersi contro lo stesso club.

Il rapporto tra Antonio Conte e il Chelsea è al capolinea da tempo. Per il Daily Star gli avvocati di Roman Abramovich sono al lavoro per capire se è possibile ridurre la buonuscita di 9 milioni di sterline per l’ex ct (che vanta un anno di contratto), elemento che sta ritardando l’esonero di Conte e l’approdo di Maurizio Sarri a Stamford Bridge.

Gli inglesi stanno valutando se potere intervenire nella cattiva gestione di Conte nei confronti di Diego Costa. La scorsa estate il salentino, subito dopo la conquista della Premier League, scaricò con un sms il centravanti. Ne nacque un prolungato braccio di ferro, con Costa che si rifiutò di rientrare a Londra e il Chelsea di fatto costretto a cedere, a gennaio, un giocatore svalutato dall’inattività all’Atletico Madrid. Su questo puntano i legali dei Blues, mentre Sarri (e Gianfranco Zola) rimane in attesa come è in attesa Aurelio De Laurentiis che deve a sua volta “liberare” l’allenatore toscano.

Lascia un commento