2018 boom di prestiti personali: cosa sono e come funzionano

Gli italiani nella prima parte del 2018 hanno continuato ad investire facendo aumentare del 2,4% la richiesta di prestiti personali. I dati emergono dal rapporto sul primo trimestre 2018 stilato dal Barometro Crif. Si tratta di una fonte qualificata. Analizza infatti le richieste di prestiti delle famiglie ad istituti di credito o ad agenzie finanziarie con metodi precisi e diretti.

Prestiti personali: boom di richieste

Le famiglie italiane hanno aumentato di oltre due punti percentuali le richieste di prestiti personali. Il +2,4% è confrontato con il dato del primo trimestre del 2017. A spingere famiglie e i privati ad investire è stata anche la ripresa dell’economia italiana che si è sostanziata nella seconda parte dello scorso anno e che si va consolidando nel corso del 2018. Qui trovi i migliori prestiti personali: http://www.metanews.it/migliore-prestito-personale-3078. E’ possibile così avere un quadro delle soluzioni più vantaggiose e più gradite agli italiani.

Il boom di richieste è legato a molteplici esigenze. Le famiglie ristrutturano case, comprano beni, viaggiano, cambiano l’arredamento. L’economia dalla produzione alla distribuzione dei beni, dalla vendita agli istituti finanziari, beneficia di questi investimenti.

Le richieste di prestiti personali: il quadro

Il settore della concessione dei prestiti personalizzati conferma la tendenza positiva. I prestiti personali sono sempre più diffusi. Il prestito personale è molto apprezzato anche nella forma di richiesta e concessione online del credito per via del rapporto diretto tra un istituto ed un privato cittadino. Si richiede il finanziamento diretto nell’acquisto di un bene, dal televisore all’auto, dalla ristrutturazione della casa alla moto, per un viaggio o una cucina nuova.

I requisiti

Per accedere ai prestiti personali in Italia è necessario avere la cittadinanza o possedere almeno la residenza. L’età del richiedente deve essere tra i 18 e i 70 anni. Bisogna dimostrare di quali garanzie si dispone per assolvere al dovere di debitori nei confronti dell’ente pagando le rate mensili concordate. La cifra delle rate differisce in relazione alla durata del piano di ammortamento debito.

La formula

E’ immediata e semplice. Infatti consente di definire tutte le operazioni in pochi giorni disponendo o di denaro contante o accreditato sul conto.

Prestiti personali: i trend

Dall’analisi proposta da Barometro Crif si evince l’aumento del numero di contrattazioni tra richiedenti ed enti creditizi ma anche la media di denaro richiesto. La somma media richiesta è di 9931 euro. Si registra un incremento dei prestiti finalizzati del +8,2% rispetto all’anno precedente e una media di 6.536 euro richiesti.

I prestiti personali non hanno finalità specifiche e quindi possono essere richiesti per qualunque tipo di necessità. A differenza del prestito finalizzato, i prestiti personali non sono collegati all’acquisto di servizi o beni. L’ente finanziatore eroga il prestito personale sotto forma di liquidità direttamente al cliente che ne fa richiesta. La restituzione avviene mediante delle rate con scadenza periodica pianificate.

Il successo del prestito personale è crescente anche per via delle sue caratteristiche. Quando li si richiede è bene verificare questi elementi: il tasso di interesse praticato; la somma erogata e le modalità del finanziamento; il numero, gli importi e la scadenza delle singole rate; il tasso annuo effettivo globale (Taeg); tutte le spese che non sono incluse nel calcolo del Taeg; ogni altro prezzo e condizione praticati; le eventuali garanzie richieste; le eventuali coperture assicurative richieste e non incluse nel calcolo del Taeg; le condizioni secondo cui il Taeg può essere eventualmente modificato.

Lascia un commento