La Lega consegna la lista dei ministri a Conte: Savona o voto

Elezioni politiche ad ottobre. E’ la via maestra temuta sia dai grillini quanto dalle Sinistre. Massimo D’Alema in un fuori onda ammette. “Se torniamo a elezioni per il veto a Savona quelli pigliano l’80%”.

La Lega trova sulla questione un alleato insolito. Alessandro Di Battista sostiene la posizione di via Bellerio. Per Dibba il veto quirinalizio su Savona è “inaccettabile”. La domenica può diventare decisiva con Giuseppe Conte che continua a lavorare fiducioso in una mediazione.

Il professore grillino ha incontrato il possibile ministro degli Esteri, l’ambasciatore Luca Giansanti, ex direttore generale della Farnesina. Ha anche ricevuto la telefonata di Emmanuel Macron. Il presidente della Repubblica di Francia ha avuto uno “scambio proficuo sulle principali prospettive delle politiche economiche e sociali europee”.

Sabato sera Conte ha ricevuto i nomi della Lega. “Passi indietro la Lega ne ha già fatti abbastanza, abbiamo fatto tutto quello che potevamo fare – dichiara Salvini – Speriamo che nessuno abbia niente da eccepire su nessuno di questi nomi, che secondo noi rappresentano al meglio l’interesse nazionale degli italiani”. Savona o voto.

Lascia un commento