Salvini: “O Savona o salta tutto”. E Berlusconi garantisce: “voto ad ottobre”

“Sulla nomina di Paolo Savona al ministero dell’Economia salta il governo. È solo lui il nostro candidato”. Sono le parole di Matteo Salvini riportate da Il Giornale. Del resto Silvio Berlusconi avrebbe assicurato al capo della Lega: “Io sono disposto a votare anche a ottobre”.

Lo stesso Luigi Di Maio avrebbe accennato all’argomento per dare una mano al Quirinale. Il leader della Lega avrebbe invece ammonito. “Qui salta tutto”. Salvini puntando su Savona vuole mettere le cose in chiaro: la Lega governa e non subisce.

Il “caso” Savona dimostra come i leghisti punteranno sulla tecnica del “prendere o lasciare”. Anche se Di Maio parla di un governo di legislatura, i due puntano all’incasso. Nella stessa Lega c’è chi auspica che il rapporto con 5 Stelle non diventi una vera alleanza.

“Se il governo non parte, Berlusconi sarebbe pronto a votare anche in tempi brevi. In caso contrario, le valutazioni saranno diverse” scrive ancora Il Giornale. Diversi parlamentari di FI sarebbero stati rassicurati dai leghisti. “Al primo problema sulla Tav, sull’Ilva o sull’immigrazione, li mandiamo a quel paese. Nel frattempo il gruppo misto in Parlamento sarà diventato più numeroso e non è detto che non si possano creare le condizioni per un governo di centrodestra”.

Lascia un commento