Roma. Campagna informativa su raccolta differenziata tecnologica

Termina l’8 maggio la campagna informativa sul nuovo modello di raccolta differenziata in arrivo al VI Municipio di Roma. L’operazione coinvolgerà progressivamente oltre 119 mila utenze. Sette gli incontri programmati dal Municipio delle Torri – in collaborazione con l’Assessorato alla sostenibilità ambientale di Roma Capitale, AMA e Conai – e annunciati nell’ambito della conferenza stampa che si è tenuta lunedì 16 aprile nella Sala Consiglio di via Cambellotti. Nel corso degli appuntamenti, che si terranno presso scuole, parrocchie e centri anziani, saranno illustrate alla cittadinanza le modalità del nuovo sistema di raccolta tecnologica che supera le criticità del sistema attuale.

A supporto dell’avvio del nuovo servizio è prevista anche la presenza di operatori sul territorio che saranno a disposizione della cittadinanza interessata per spiegare i nuovi meccanismi di raccolta e fornire istruzioni di dettaglio. La consegna dei kit per l’avvio del servizio partirà dai quartieri Fontana Candida/Due Leoni e avverrà a domicilio e/o presso i punti informativi previsti nelle sedi di zona.

Secondo il Piano Esecutivo messo a punto da AMA, la modalità di raccolta sarà modulata tenendo conto delle caratteristiche e delle specificità di ciascuna area del Municipio, ma in ogni caso associata a un sistema tecnologicamente avanzato e informatizzato che consente di tracciare sia i servizi AMA, ovvero i percorsi e i ritiri, sia i conferimenti dei cittadini in termini di numeri e volumi. La tecnologia RFID permette inoltre di tracciare il mancato conferimento da parte dei cittadini, con l’obiettivo di contrastare i fenomeni di abbandono. 83.500 utenze saranno servite con il porta a porta, 1.800 con le domus ecologiche, aree protette di prossimità ai condomini accessibili solo con una green card, e le restanti 33.800 attraverso postazioni con contenitori “intelligenti”.

Per i cittadini coinvolti nel porta a porta, la frequenza di ritiro dei rifiuti verrà semplificata e razionalizzata. A tutte le utenze domestiche saranno richieste tre esposizioni a settimana, esclusivamente nella fascia oraria serale 19-21 e ogni giorno di raccolta si dovranno esporre contemporaneamente due tipologie di rifiuto: la frazione organica e, a seconda del calendario, la frazione “secca” prevista (carta, plastica e metallo, residuo indifferenziato). Per il vetro si continuerà a utilizzare le campane verdi stradali. I contenitori per il porta a porta saranno dotati di TAG e associati all’utenza. Nei quartieri invece dove sono previsti i cassonetti intelligenti o le domus ecologiche, i cittadini saranno muniti di sacchetto con TAG oltre che la green card per l’accesso. La tracciabilità del conferimento delle varie tipologie di materiali sarà funzionale non solo al maggior controllo, ma anche all’introduzione di una tariffazione puntuale, che premia i più virtuosi e punta a ridurre i rifiuti, rendendo la raccolta e lo smaltimento più sostenibile.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin