Sesto Campano sconvolto per il suicidio dell’universitaria a Napoli

Proveniva da Sesto Campano in provincia di Isernia la studentessa di 26 anni che si è suicidata nella sede universitaria di Monte Sant’Angelo a Napoli. La molisana era iscritta alla facoltà di Scienze Naturali. Si è uccisa lanciandosi dal tetto dell’edificio. Tutte le attività sono sospese.

Sul posto è giunto anche il Rettore dell’università Federico II di Napoli, Gaetano Manfredi. Nell’ateneo erano presenti alcuni familiari della vittima, pare per festeggiare la laurea della ragazza. Dietro il suicidio, secondo alcune voci non confermate, ci sarebbe un ciclo di studi non completato.

Una tragedia

Oggi era fissata la discussione della tesi di laurea. L’ateneo ha deciso di sospendere per la giornata di domani, martedì 10 aprile, tutte le attività di F2 Cultura. Domani era previsto nell’Aula Rossa un incontro con gli studenti al quale avrebbero dovuto prendere parte i calciatori del Napoli Marek Hamsik, Faouzi Ghoulam e Christian Maggio, insieme ad Alessandro Formisano, head of operation della società di Serie A.

La dinamica

La ragazza di Sesto Campano è salita in cima all’edificio di Geologia e si è lanciata nel vuoto. Era iscritta a Nutraceutica. Ad ora di pranzo, senza alcun preavviso, si è allontanata dalle aule, dai colleghi che affollavano i corridoi, dalle famiglie riunite per festeggiare le lauree, e si è lanciata nel vuoto.

In base ad una prima ricostruzione, la ragazza non era riuscita a confessare ai parenti di essere indietro negli studi. Agli amici e ai familiari aveva detto di doversi laureare proprio oggi. Sul posto sono accorsi i colleghi, compagni di corso, i familiari che si aspettavano di festeggiarne la laurea.

“Era una ragazza solare – ha dichiarato alla stampa il sindaco di Sesto Campano, Luigi Paolone – sempre sorridente, dolce e bellissima. Speciale anche la sua famiglia, il padre, la madre e il fratello. La notizia ha sconvolto tutti poiché un gesto del genere da lei, proprio per il suo carattere, nessuno lo avrebbe mai immaginato”.

Il corpo della ragazza è stato trasferito all’Istituto di Medicina Legale di Napoli per l’autopsia. “Non sappiamo ancora la data in cui l’esame sarà svolto – ha concluso Paolone – ma vi anticipo che per il giorno dei funerali proclameremo il lutto cittadino”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin